Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

sabato 3 luglio 2010

BOTTA E RISPOSTA TRA IL PRESIDE (offeso per la donazione dei computer alla scuola) E IL BLOG (uno degli organizzatori della donazione)

.

NEL POST "MINERBIO E IL PARAOCCHI" (LINK) AVEVO PROMESSO DELLE COSE, QUINDI ORA PUBBLICO DI SEGUITO LA NOSTRA LETTERA DI RISPOSTA AL PRESIDE CERE' IL QUALE MI HA SCRITTO QUALCHE GIORNO FA IN MERITO ALLA DONAZIONE DEI 10 COMPUTER ALLA SCUOLA DI MINERBIO E CA' DE FABBRI.
PER CONSENTIRVI DI AVERE UN QUADRO PIU' PRECISO DELLA SITUAZIONE, OLTRE ALLA MIA LETTERA  POTRETE LEGGERE, SEMPRE IN QUESTO POST,  ANCHE QUELLA DEL PRESIDE.

LE LETTERE SONO STATE SCANNERIZZATE E QUINDI RIPRODOTTE IN QUESTO POST IN FORMATO JPG PER GARANTIRNE L'ORIGINALITA', PER POTERLE LEGGERE CLICCATE SULLE SINGOLE PAGINE E LE LETTERE SI INGRANDIRANNO CONSENTENDOVI COSI' DI VEDERLE PIU' CHIARAMENTE.
GRAZIE PER LA VOSTRA ATTENZIONE E BUONA LETTURA!

LETTERA DEL BLOG (5 pagine):





LETTERA DEL PRESIDE ENIO CERE' (6 pagine):


1 commento:

  1. PUBBLICO UN COMMENTO DI UN CITTADINO (vuole rimanere anonimo) CHE HA LETTO LA LETTERA E VUOLE ESPRIMERMI IL SUO LIBERO PENSIERO:

    ho letto la lettera del preside dove dice che i computer che hanno funzionano benissimo,mio figlio ha cominciato le medie e guarda caso è finito nella classe della lavagna multimediale che non ha mai funzionato,quando andavano con tutta la classe nella sala informatica veniva a casa dicendo che i computer non funzionavano,dovevano fare la fila su quei pochi che andavano,un'altra cosa è quella del codice stradale ore perse perche' tutti quelli che conosco non c'è uno che rispetta la segnaletica,poi quando parla della biciclettata asserisce che essendo un giorno di festa la scuola non c'entra e ci sono i genitori quindi sono loro che devono essere in grado di sapere se ci vuole il casco,io mi sento offesa perche'mando mio figlio a scuola per imparare l'italiano e non andare a fare percorsi stradali per un pantentino che non è firmato neanche dal sindaco sebbene ci sia lo spazio apposito.
    Dice anche ma se abbiamo in classe da mio figlio dall'epoca delle elementari un soggetto che è stato ripreso e adirittura chiamata la madre varie volte,fatta riunione straordinaria per scheggia partita dalla tazza della maestra rotta da questi e finita nella gamba di una alunna,non hanno preso mai posizione estreme da dire "pulisci i bagni" il preside Cere'.ho avuto la discussione con la maestra d'asilo la quale mi riferivalui mi ha consigliato di andare a portare il bambino dal piscologo in vista della prima elementare,poi non ha piu' fatto niente,ho raccontato in breve i passaggi,ma dal preside nessun aiuto,dice anche che si educa i bambini ad una alimentazione corretta,se mio figlio dalle elementari faceva avanti indietro perche' non riusciva a mangiare niente neanche un pezzo di pane diceva che era duro, l'unico anno scolastico che rimase a mangiare li' rimase a digiuno fino alle 6 di sera tutti i lunedi' perche' lo portavo al primo corso di nuoto a bologna uscendo alle ore 16.20 dalla scuola,andava in acqua poi mangiava io non lo mando in acqua se mangia(le tre ore).
    Comunque hai fatto bene a rispondere,
    buona giornata.

    RispondiElimina

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Speech by ReadSpeaker