Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

mercoledì 20 marzo 2013

Rimborso quota di tariffa di depurazione non dovuta


ATO n. 5 Bologna - Rimborso quota di tariffa di depurazione non dovuta
(Sentenza Corte Costituzionale n. 335/08 e D.M. n. 102 del 30 settembre 2009)

Per i clienti che fanno riferimento all'Ambito Territoriale di Bologna (ATO5), comuni di Anzola dell'Emilia, Argelato, Baricella, Bazzano, Bentivoglio, Bologna, Borgo Tossignano, Budrio, Calderara di Reno, Camugnano, Casalecchio di Reno, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel d'Aiano, Castel di Casio, Castel Guelfo, Castel Maggiore, Castel San Pietro, Castello d'Argile, Castello di Serravalle, Castenaso, Castiglione dei Pepoli, Crespellano, Dozza, Firenzuola, Fontanelice, Gaggio Montano, Galliera, Granaglione, Granarolo dell'Emilia, Grizzana Morandi, Imola, Lizzano in Belvedere, Loiano, Malalbergo, Marradi, Marzabotto, Medicina, Minerbio, Molinella, Monghidoro, Monte San Pietro, Monterenzio, Monteveglio, Monzuno, Mordano, Ozzano dell'Emilia, Palazzuolo sul Senio, Pianoro, Pieve di Cento, Porretta Terme, Sala Bolognese, San Benedetto Val di Sambro, San Giorgio di Piano, San Giovanni in Persiceto, San Lazzaro di Savena, San Pietro in Casale, Sasso Marconi, Savigno, Vergato e Zola Predosa, e frazione Campotto (comune di Argenta - Provincia di Ferrara) è prevista già da ora la possibilità di richiedere il rimborso della quota di tariffa di depurazione non dovuta.

In questa pagina è a disposizione dei clienti un rapido e intuitivo sistema per consultare l'elenco di coloro che hanno diritto al rimborso. Verificare l'eventuale diritto alla restituzione di tale quota è molto semplice: basta inserire il proprio codice contratto di fornitura del servizio (reperibile sulla bolletta) nel campo sottostante, cliccare su "cerca" e controllarne la presenza all'interno dell'elenco.

Nel caso in cui compaia il proprio codice contratto, si può fare richiesta di rimborso a Hera. Qui a fondo pagina è scaricabile il modello da compilare e spedire per posta ai seguenti indirizzi:

Hera S.p.A. Struttura Operativa Territoriale di Bologna - Via Trattati Comunitari Europei 1957-2007, n. 13, Edificio D - 40127 Bologna BO - per i comuni di Anzola dell'Emilia, Argelato, Baricella, Bazzano, Bentivoglio, Bologna, Budrio, Calderara di Reno, Camugnano, Casalecchio di Reno, Castel d'Aiano, Castel di Casio, Castel Maggiore, Castello d'Argile, Castello di Serravalle, Castenaso, Castiglione dei Pepoli, Crespellano, Gaggio Montano, Galliera, Granaglione, Granarolo dell'Emilia, Grizzana Morandi, Lizzano in Belvedere, Loiano, Malalbergo, Marzabotto, Minerbio, Molinella, Monghidoro, Monte San Pietro, Monterenzio, Monteveglio, Monzuno, Ozzano dell'Emilia, Pianoro, Pieve di Cento, Porretta Terme, Sala Bolognese, San Benedetto Val di Sambro, San Giorgio di Piano, San Giovanni in Persiceto, San Lazzaro di Savena, San Pietro in Casale, Sasso Marconi, Savigno, Vergato e Zola Predosa;

Hera S.p.A. Struttura Operativa Territoriale di Imola-Faenza - Via Casalegno, n. 1 - 40026 Imola BO - per i comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel del Rio, Castel Guelfo, Castel San Pietro, Dozza, Firenzuola, Fontanelice, Imola, Marradi, Medicina, Mordano e Palazzuolo sul Senio, e per la frazione Campotto (comune di Argenta).

Il modello è disponibile anche presso gli sportelli Clienti del territorio. 
La richiesta di rimborso può essere fatta entro il 15 ottobre 2013

Unitamente al codice contratto riscontrato, compare l'ammontare del rimborso, commisurato a quanto effettivamente pagato dal cliente per il servizio di depurazione di cui non ha usufruito nel periodo 16 ottobre 2003 - 31 dicembre 2009. A tale importo saranno aggiunti l'IVA, se e in quanto dovuta, e gli interessi legali.

Qualora un cliente non presente in elenco ritenga, diversamente, di avere diritto al rimborso, potrà inviare specifica istanza corredata dal codice contratto, affinché l'azienda possa ricostruire e verificare la posizione del cliente.

L'azienda, a fronte delle domande ricevute, si riserva di verificare se effettivamente il cliente abbia i requisiti che danno diritto al rimborso. I rimborsi saranno effettuati a partire dal 2011 ed entro il 30 settembre 2014.

Scheda riassuntiva, per saperne di più. (CLICCA QUI)

Speech by ReadSpeaker