Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

sabato 5 dicembre 2009

RISPOSTA DEL SINDACO A PROPOSITO DELLA SICUREZZA DEGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI



Pubblico, come indicato nel titolo, la risposta del Primo Cittadino, a proposito delle problematiche evidenziatesi in occasione della tragedia sfiorata il 30/11/2009 allorchè tre bambini sono stati investiti sulle strisce pedonali a Minerbio, davanti alla Scuola.

~ ~ ~ ~

Spett.le Sig. B. E.,
sono lieto che il piccolo Christian Jai non abbia avuto conseguenze da questo incidente, e spero che dopo l'osservazione ospedaliera sia confermata l'assenza di altri problemi.
Devo in primo luogo osservare, come sovente si dimentica, che il responsabile di un investimento sulle striscie pedonali è l'autista del mezzo che ha causato l'incidente.
Infatti l'art. 3 del codice della strada è molto chiaro al riguardo : sull' attraversamento pedonale "i pedoni in transito dall'uno all'altro lato della strada godono della precedenza rispetto ai veicoli.".
Questo ovvio principio di responsabilità giuridica, non esime ovviamente un Comune efficiente dal cercare di fare il possibile per migliorare la sicurezza stradale, come stiamo cercando di fare a Minerbio.
La ringrazio per i suoi suggerimenti per aumentare la sicurezza degli attraversamenti pedonali, in quanto i contributi dei cittadini sono sempre ben accetti, ma non vorrei che pensasse che i collaboratori comunali non vi avessero pensato e non vi stessero lavorando già da tempo.
Gli interventi che lei propone con i numeri 2 e 3 sono già stati richiesti formalmente alla Provincia di Bologna, la quale, in qualità di ente proprietario della strada ha negato l'autorizzazione (visto che lei ha l'abitudine di mettere in dubbio la parola degli amministratori pubblici, se vuole le posso far avere copia delle lettere e delle relative risposte).
Rispondo preventivamente all'obiezione sul fatto che altrove si possono trovare attraversamenti pedonali disegnati su sfondo rosso, evidenziandole che sono stati probabilmente realizzati nel vigore della vecchia normativa, oppure in assenza della prescritta autorizzazione e che in caso di incidente renderebbero corresponsabile il realizzatore dell'opera, in quanto difformi dal CdS.
Quanto invece ad attraversamenti pedonali rialzati, vorrei ricordarle che in soli 5 mesi di nuova Amministrazione abbiamo già realizzato due attraversamenti pedonali rialzati (via Giovanni XXIII e via Chiesa) e ne abbiamo programmati altri per la primavera in Vicolo stradone (cioè appena il tempo consentirà di ricominciare con le asfaltature stradali).
Vorrei però rammentarle che lei si è espresso criticamente sui lavori che hanno condotto alla realizzazione del primo dei due; sono felice però che oggi ne ravveda l'utilità.
L'intervento n. 4 è già in opera, in quanto è presente la relativa cartellonistica che chiede. Inoltre lei stesso ricorda come l'investitore sapesse bene che in quella posizione di fosse una scuola ed un relativo attraversamento pedonale.
Giudico molto inopportuno l'intervento n. 5 lungo una strada di attraversamento come la SP5 San Donato, e non credo che la Provincia mai lo autorizzarebbe.
Le faccio poi presente che lo stesso suo figlio si è lamentato sul suo blog della difficoltà di rispettare il limite dei 50 Km/h su un tratto di strada come quello in parola; ed ora ci propone di abbassare il limite a 30 Km/h ??
Io non credo che sia saggio porre limiti che poi sono impossibili da rispettare, mettendo così in difficoltà sia gli automobilisti che gli agenti di PM, poi costretti ad elevare sanzioni al limite dell'assurdo.
La zona "limite 30" si presta ad aree in cui sia presente solamente una viabilità locale (vedi ad esempio di recente via Fabbri a Bologna).
L'intervento n. 6 non è certo opportuno in centro abitato, poichè recherebbe disturbo ai residenti in zona. In altre parti del territorio comunale abbiamo provveduto alla realizzazione delle bande rumorose, ma sempre al di fuori di centri abitati.
Quanto all'intervento n. 7, è vietata la collocazione di rilevatori autovelox fissi nei centri abitati.
Come vede gli unici interventi concretamente realizzabili sono il n. 1 - impianto luminoso, il n. 8 - aumento presenza PM, ed il n. 9 - ausilio dei volontari.
Le dico fin da subito che mi sembra molto difficile attuare l'intervento 8 ; stiamo provvedendo ad assumere un nuovo vigile (che probabilmente diverranno due, visto un recente licenziamento), ma ciò non ci consentirà di avere una presenza di vigili presso tutte le scuole del territorio ed in tutti i turni di entrata ed uscita.
Il potenziamento dell'illuminazione dei passaggi pedonali è uno dei programmi di mandato che avrà ad oggetto anche via Garibaldi e via Roma.
Per non fare spese inopportune, prima di acquistare un numero consistente di fari, abbiamo ritenuto opportuno sperimentare un corpo illuminante per vederne l'effetto.
Si tratta del faro da poco installato in via Chiesa (proprio sopra uno dei passaggi pedonali rialzati di recente realizzazione).
Dato che l'effetto ci pare soddisfacente stiamo per acquistarne altri 7 per illuminare i passaggi pedonali del centro.
Il nostro programma dei lavori prevede che questi possano essere installati entro gennario.
Questo tipo di faro è poco costoso e permette di illuminare adeguatamente l'attraversamento.
Quanto infine all'intervento n. 9 stiamo lavorando affinchè nasca entro l'anno l'associazione comunale di protezione civile alla quale chiederemo, se sarà disponbile, di effettuare servizi ausiliari di viabilità, come quello di rendere più sicuro l'attraversamento davanti alle scuole, come già accade in altri comuni.
Anzi, poichè lei mi sembra interessato a queste tematiche, la invito a dare la sua disponibilità come volontario per questo tipo di servizi.
Spero di aver soddisfatto le sue richieste.
Concludo formulando la mia più viva soddisfazione perchè questo incidente non abbia avuto conseguenze più serie
La saluto
Lorenzo Minganti
..

Speech by ReadSpeaker