Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

domenica 13 giugno 2010

Donati 10 computer alle Scuole di Minerbio e Ca' de Fabbri

Qualche tempo fa, in seguito ad una riunione di classe dei genitori di bambini che frequentano l’Istituto Comprensivo di Minerbio, è emersa una sconcertante realtà riguardante i corsi di informatica.
In tale occasione, si è risaputo infatti che per l’anno scolastico successivo probabilmente non ci sarebbe stato il corso di informatica, a causa della mancanza di computer, poiché quelli usati in precedenza versavano in condizioni tali da dover essere rottamati.
La carenza dei p.c. necessari a proseguire i corsi rende quindi vano il progetto di insegnamento dell’informatica a scuola, a Minerbio.
L’Amministrazione Comunale in questo periodo preferisce essere impegnata in tutt’altre opere, come l’inizio dei lavori della “faraonica” pista ciclabile Tintoria Minerbio,(costo 700.000,00 euro), e il rinnovo dei monitor degli uffici comunali per un costo di 3.000,00 euro, e non è quindi disponibile a risolvere questo problema.
Noi del blog locale “Minerbio e la voce del cittadino” , in collaborazione con la Lista Civica “Cittadini di Minerbio per Minerbio”, ci siamo quindi attivati in due direzioni :
individuare primariamente una ditta in possesso di alcuni computer, magari non troppo obsoleti, che in un’ottica di rinnovamento aziendale fosse disposta a cederli a buon prezzo, e successivamente cercare gli sponsor che, sensibili a questo problema, potessero intervenire nell’acquisto degli stessi.
La generosità dei Minerbiesi e il loro interesse verso questo progetto, rivolto al beneficio culturale dei bambini, ha dato subito i suoi frutti.
Abbiamo reperito un’azienda che, essendo in fase di riorganizzazione informatica, cede i suoi p.c. a circa 100 euro l’uno.
Le macchine disponibili sono tutte “Pentium 4”, con circa due gigabyte di ram ognuna, e provviste di monitor da 22/24 pollici, 10 tastiere e 10 mouse.
Alla Scuola elementare di Minerbio ne occorrevano almeno 6, mentre altri 4 servivano al fabbisogno di Cà de Fabbri, quindi ci siamo rivolti ad altrettanti sponsor che , mano alla tasca, hanno provveduto all’acquisto.
Naturalmente ogni macchina è fornita del necessario sistema operativo (Windows XP) installato a bordo.
Vorrei segnalare ai cittadini queste Ditte, di cui trovate il logo in fondo all'articolo, per il loro importantissimo contributo, che permetterà alla Scuola elementare di fare i corsi di Informatica.

E’ il caso di dire che l’unione fa la forza !
La buona volontà e la coesione, appunto, di persone sensibili e generose, che hanno permesso di by-passare un problema a cui l’Amministrazione Comunale evidentemente non prestava la necessaria attenzione.

Tra gli altri, vogliamo evidenziare la partecipazione del  
DOTT. POLETTI MICHELANGELO
il proprietario dello splendido castello in località 
San Martino di Soverzano.

2 commenti:

  1. Bravi!!!! Per me questa è una grandissima vittoria: un gruppo di cittadini volenterosi che si prendono a cuore una causa importante, per i nostri bambini e per la scuola.
    Cittadini attivi, che non si fermano alla sterile lamentela, ma che passano all'azione, facendo rete. E grazie ai quali da settembre, l'informatica rientrerà a pieno titolo, come materia di insegnamento.
    Ancora grazie per avere fatto questa cosa stupenda.

    RispondiElimina

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Speech by ReadSpeaker