Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

sabato 5 giugno 2010

NON SI DARA' SEGUITO AL PROGETTO "ORTI SCOLASTICI"

..
Finalmente ora sappiamo per certo ciò che sospettavamo da tempo, stante l’immobilismo dell’Amministrazione Comunale, riguardo al progetto Orti Scolastici, e cioè che questa importante idea diffusa oramai a livello internazionale, è da loro considerata poco interessante.
Non si capisce come mai, altrimenti, si dia risalto a tutta una serie di iniziative diverse da questa, che tra l’altro era già stata proposta fin dall’anno scorso.

Questo è il testo inviatomi dall’Assessore Bonori :

"
Gentile Sig. Bartoli,
spero di soddisfare la sua richiesta di spiegazioni illustrandole i progetti rivolti ad attività di educazione ambientale che l’Istituto comprensivo di Minerbio, con la collaborazione dell’Amministrazione, ha programmato ed attuato nell’anno scolastico ancora in corso:
Progetto “Tuteliamo il nostro ambiente”, che affronta le tematiche: raccolta differenziata, animali, energia, ecosistemi;
“Raccolta differenziata e ciclo dei rifiuti”, in collaborazione con la Ditta Marangoni;
Progetto “Consorzio Parco regionale dei laghi di Suviana e Brasimone”, che affronta i temi di educazione al consumo, sviluppo sostenibile e energia alternativa, biodiversità, acqua come risorsa da tutelare, vita del fiume e analisi della qualità delle acque attraverso l’utilizzo dei bioindicatori;
Progetto internazionale sul “Risparmio di energia elettrica”, che ci ha visto vincitori del primo premio;
Progetto “Puliamo Minerbio”.
Ogni anno vengono inoltre effettuate ricerche in materia di impatto ambientale, specificitá culturali e cooperazione fra popoli.
Certamente si può fare sempre di più e meglio.
La invito tuttavia a considerare il fatto che le idee di ciascuno di noi, per quanto belle e volte al bene della comunità - come indubbiamente quella degli “Orti scolastici” - per poter essere attuate devono trovare un gruppo di persone (in questo caso il personale scolastico) che vi si dedichi operativamente.
Le ribadisco la nostra disponibilità a fare quanto possibile, perchè anche il progetto in parola possa trovare attuazione.
Cordiali saluti
Roberta Bonori
Assessore alle Politiche scolastiche
"


~ ~ ~

Da queste righe posso constatare la solita enfatica prosopopea nelle continue affermazioni di quanto si è fatto, quasi come se la ricerca di consensi fosse febbrile, sistematica, e necessaria a coprire ciò che, invece non si è fatto.


Per esempio, l’attuazione del progetto “orti scolastici”.


Sull’importanza che riveste questo primo approccio dei bambini verso il mondo delle piante non aggiungo nulla di più di ciò che già si è detto, anche perché la direzione intrapresa da moltissime scuole è oramai universalmente delineata, tranne che a Minerbio.


____


Un saggio proverbio recita : " Non c'è peggior cieco di chi non vuole vedere ! "


_____


Lei mi parla di progetti quali quelli che riguardano il “Risparmio di energia elettrica” del quale si fregia addirittura di aver ricevuto un premio…forse perché la giuria non era al corrente di come vanno effettivamente le cose a Minerbio.


L’Amministrazione di cui Lei fa parte infatti, non ha posato sul territorio cittadino neanche una sola lampada a led, ma anzi, in occasione del rifacimento del “salotto buono” sono state installate lampade ad incandescenza messe fuori legge dall’Unione Europea.


Non esistono dispositivi di risparmio energetico, come per esempio i pannelli solari che potrebbero alimentare la pubblica illuminazione o gli edifici comunali.


Non parliamo poi dell’eolico, totalmente assente !


Mi viene poi a parlare del progetto “Puliamo Minerbio”, quando poi non c’è riscontro con la realtà circostante.


Da mesi abbiamo segnalato varie situazioni di degrado ambientale, anche pericolose per la salute pubblica, come i vari strati di guano di piccione sotto la torre dell’orologio, oramai sedimentati e consolidati, quasi a formare una sorta di monumento all’inefficienza proprio dell’Amministrazione di cui Lei si onora di far parte.


Che dire poi della fogna a cielo aperto da noi segnalata a Cà de Fabbri, oppure della ex Scuola di San Martino di Soverzano ?


La scarsa, anzi nulla, attenzione all’ambiente della sua parte politica emerge continuamente e quotidianamente da ogni parte del paese


La vostra Amministrazione, Assessore Bonori passerà alla storia per le cose che NON HA FATTO, e per la spavalderia dimostrata nel perseguire priorità che nulla hanno a che fare con le impellenti esigenze dei cittadini.


Il suo collega Libero Bacillieri ha prosaicamente affermato che il vostro programma elettorale contiene ben piu’ cose di quelle da noi segnalate come da fare.


L’evidenza dei fatti, però, si palesa da sola, e cittadini lo possono constatare.


Le sottopongo solo alcune delle cose che non avete fatto, nonostante le nostre sollecitazioni.

NON AVETE provveduto a risolvere il problema della sicurezza stradale.


(Ricordo tra l’altro che 4 bambini sono stati investiti da un’auto sulle strisce pedonale davanti alla Scuola, e il Sindaco cosa ha fatto ?
Ha aggiunto un faretto al lampione che già c’era.
Sarebbe veramente ridicolo, se la situazione non avesse assunto caratteristiche allarmanti.
Sulle stesse strisce fu investito, e morì, l’ex Maresciallo dei Carabinieri ! )


NON AVETE provveduto a liberare la torre dell’orologio dal guano dei piccioni.


NON AVETE provveduto a rendere meno degradante la situazione del Parco II agosto 1980.


___


NON AVETE bonificato l’eternit alla ex scuola di San Martino di Soverzano.


E questo è solo un inizio di un lungo elenco di colpevoli negligenze.


Ora vi dico cosa invece avete provveduto a fare.

AVETE lasciato andare in rovina l’edificio della ex scuola di San Martino di Soverzano.


____


AVETE ignorato, sapendolo, l’esistenza delle fogne a cielo aperto a Cà de Fabbri.


___
.

AVETE lasciato morire 72 alberi nell’insediamento boschivo a Cà de Fabbri.


­­­___


AVETE tagliato 30 alberi al campo sportivo
AVETE impedito ai cittadini di comunicare con le opposizioni tramite l’URP


E questo è solo un altro piccolo inizio di un lungo elenco di responsabilità gravi, ascrivibili alla vostra negligenza e noncuranza.
Assessore Bonori, mi risparmi le parole conclusive della sua lettera, in cui dice che “farà quanto possibile, perchè anche il progetto in parola possa trovare attuazione”.

Se lo avesse voluto fare ci sarebbero già stati segnali di convergenza ed evidenziazioni propositive, tesi ad una fattiva collaborazione per la realizzazione del progetto.

Prendiamo atto della caparbietà di questa Amministrazione, e della sua ostilità verso un progetto che ci vedrà alfieri e paladini per la sua realizzazione.

Forse dovremo fare da soli, abbandonati dall’istituzione cittadina, ma sarà nostro motivo di orgoglio lavorare affinchè i bambini di Minerbio si avvicinino alle tematiche ambientali.

Siamo certi che la responsabilità della formazione di una coscienza ecologica nei nostri ragazzi non possa prescindere da un impegno collettivo, ancorchè dalle famiglie e dalla Scuola, ma il vostro immobilismo è sintomatico del fatto che abbiate altre priorità, come sempre.

Continuate quindi i vostri percorsi, dilungatevi in opere inutili e costose, come la faraonica pista ciclabile in oro zecchino Tintoria Minerbio da 700.000, 00 euro.

Continuate a dileggiare le opposizioni e a non tenere conto del disagio di quanti si rivolgono a voi per lamentarsene.

Continuate la vostra politica stalinista, e le vostre sagre dei ranocchi a scapito dei ristoratori locali.

Continuate.
Continuate pure…

Ma non contate su di noi.
.
E. B.
.

Speech by ReadSpeaker