Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

domenica 30 aprile 2017

COMPAGNI E PARASSITI


Sottotitolo :

LA CASTA DEI “DIFENSORI” DEL PROLETARIATO
.
Gli eredi poli-metamorfizzati del vecchio PCI che oggi si nascondono sotto le false spoglie del Partito Democratico (di “democratico” hanno solo il nome), dovrebbero, almeno sulla carta, essere i difensori dei diritti delle classi meno abbienti, come quella operaia e proletaria.
.


.
In realtà già da oltre 10 anni sono venuti alla luce gli scandali che legano i rappresentanti politici dei vari partiti ad un fenomeno oramai diffuso e consolidato : quello del parassitismo.
.
Nel caso specifico del PD (ex PCI di Togliatti e Berlinguer, PDS di Achille Occhetto, Ulivo di Prodi, DS di Massimo D’Alema e Margherita di Rutelli) il legame con la corruzione e il malaffare è simbiotico, oltre ad un radicato parassitismo dei Parlamentari e dei politici che compongono il Partito stesso.
.
Da un lato il  PD esterna i suoi propositi libertari, spalmando su una platea affamata di giustizia sociale e di equità gli ideali verso cui fa credere di essere rivolto, mentre dall’altra rivela il suo vero volto, quello scoperto dai cosiddetti “populisti”, che consegna alla realtà dei fatti un partito di corrotti, di indagati dalla Giustizia, di collusi, e di parassiti.
.
Le vicende giudiziarie degli ultimi decenni sono la testimonianza diretta di tutto ciò.
.
Per occultare questo universo fatto di comportamenti immorali e disonesti che offendono le coscienze stesse di quelle masse popolari che pretendono di rappresentare, la sinistra ha coniato il termine “populisti”, in senso dispregiativo.
.
In pratica tutti coloro che divulgano gli scandali che coinvolgono i personaggi politici legati al mondo delle sinistre, oppure che scoperchiano la cima di una piramide di connivenze, di malaffare, di corruzione, e quant’altro, vengono tacciati di essere populisti, e come tali indegni di poter fare affermazioni di qualsiasi tipo.
.

.
L’arma principe che sta alla base della difesa di questo castello di carte, è quella che la sinistra usa da oltre 70 anni : la disinformazione.
 
Schiere di lacchè di regime e di pseudo intellettuali marxisti, così come di “giornalettisti” e divulgatori al soldo del partito, si prodigano nel fornire alle masse popolari la visione della realtà che maggiormente fa comodo alla sinistra, stravolgendo e falsando quasi sempre la realtà dei fatti, oppure nascondendola.
 
In questo modo hanno potuto raggiungere enormi privilegi in termini di stipendi, pensioni, benefici, concessioni, deroghe, e quant’altro, ma solo ed esclusivamente per loro, per la loro casta, mentre il Paese è invece attanagliato da una crisi economica profonda che soffoca le famiglie italiane.
.
I cosiddetti e supposti “paladini” del proletariato hanno legiferato ad “hoc” per procacciarsi uno status economico unico al mondo, che li classifica quindi come parassiti.
.
Alcuni esempi, tratti da “il Resto del carlino” del 30 aprile 2017 :
.
PENSIONI PESANTI e VITALIZI di alcuni Parlamentari :
(le cifre si intendono al NETTO delle trattenute)
.

▄ ▄ ▄ ▄ ▄

Giuliano Amato
.

GIULIANO AMATO (ex Socialista, poi PD).
.
Nel 1992 deliberò il prelievo forzoso del sei per mille sui conti correnti bancari.
Nel 1993 varò una finanziaria in cui operò tagli di spesa e incrementi delle tasse.
.
Oggi percepisce 11.500 euro mensili.
..
.▄ ▄ ▄ ▄ ▄
..
.
LUCIANO VIOLANTE (ex Giudice Istruttore, poi ex PCI, e poi PD)
.
Oggi percepisce 9.363 euro mensili.
.
▄ ▄ ▄ ▄ ▄

Pecoraro Scanio
.
.ALFONSO PECORARO SCANIO (ex Radicale, poi Verde, ex Ministro del Governo Amato, condivide molte posizioni e battaglie con Rifondazione Comunista).
.
Nel 2006 è immortalato in una fotografia in cui ride al funerale delle vittime di Nassiriya.
Nello stesso anno è Ministro dell’Ambiente nel Governo Prodi.
.
Oggi percepisce  8.836 euro mensili.
.
▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
NICOLA MANCINO (ex DC, ex Ministro dell’Interno 1992-1994, ex Partito Popolare, ex Presidente del Senato nel Governo Prodi, Senatore della Margherita).
.
Nel 1992 impose l’introduzione dell’ICI. Indagato per falsa testimonianza al processo sulla trattativa Stato-mafia.
Oggi percepisce 6.939 euro mensili.
.
▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
Francesco Rutelli
FRANCESCO RUTELLI (ex Ministro dell’Ambiente nel Governo Ciampi, ex Ministro del Beni culturali e Vicepresidente del Consiglio nel Governo Prodi, ex Segretario Radicale, fondatore dei Verdi Arcobaleno, ex leader della Margherita, ex Deputato PD, Senatore del PD, ex Sindaco di Roma).
.
Nel 2002 è condannato dalla Corte dei Conti a risarcire un danno erariale di oltre 40.00 euro.
Soprannominato “cicciobello” da Francesco Cossiga.
Oggi percepisce  6.408 euro mensili.
.
▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
FRANCO MARINI (ex DC, poi ex PPI, infine PD, eurodeputato PD)
.
Oggi percepisce 5.800 euro mensili.
.
▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
MASSIMO D’ALEMA (ex Presidente del Consiglio come PCI, ex Vicepresidente del Consiglio nel Governo Prodi, ex Segretario FGCI, ex Segretario PDS, ex Presidente DS, poi PD).
Massimo D'Alema
.
Nel 1993 D’Alema definì spregiativamente come “il soviet di Milano” il pool di “Mani pulite” che indagava sulle “tangenti rosse” al PCI-Pds.
Nel 1995 dichiarò : “Io ho fatto parte del movimento del '68, ho tirato bombe molotov a Pisa, quando ero studente alla Normale..."
Fu coinvolto nella cosiddetta “affittopoli” romana, i seguito alla quale D’Alema lasciò l’appartamento.
Contraddicendo la sua posizione di difensore del proletariato D’Alema compra una barca a vela (il “Margherita”) a cui seguirà l’acquisto di un’altra barca (la Icarus) in comproprietà con altri.
Oggi, alla faccia dei pensionati, degli "esodati", e di coloro che hanno lavorato tutta una vita per ricevere poi una pensione misera, percepisce mensilmente ben 5.674 euro.
.
 ▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
WALTER VELTRONI (ex Segretario DS, ex Segretario de “l’Unità”, ex Sindaco di Roma, ex Vicepresidente del Consiglio nel Governo Prodi,  ex Segretario PD).
.
La sua attività come Sindaco a Roma ha prodotto un aumento delle cubature di nuova cementificazione pari a 70 milioni di metri cubi.
Il consumo di territorio è stimato in almeno 15 mila ettari (una superficie più grande di quella del Comune di Napoli).
Oggi percepisce 5.668 euro mensili.
.
▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
Nichi Vendola
NICHI VENDOLA (ex FGCI, ex PCI, ex Presidente di Sinistra Ecologia Libertà, ex Presidente della Regione Puglia, ex Deputato di Rifondazione Comunista, ex Ministro della Solidarietà Sociale nel Governo Prodi)
.
Si dichiara esplicitamente come comunista.
Nel 2012 è indagato per abuso d’ufficio nella intricata vicenda relativa alla nomina di un primario dell’Ospedale San Paolo di Bari, poi assolto.
E’ nuovamente indagato per abuso d’ufficio, peculato e falso, per una transazione di 45 milioni di euro tra regione Puglia e l’Ospedale ecclesiastico Miulli. Il procedimento è poi archiviato.
Nel 2013 è indagato per concussione nell’ambito della vicenda Ilva di Taranto, e nel 2015 è rinviato a giudizio.
Oggi percepisce 5.618 euro mensili.
.
▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
ENZO BIANCO (ex PRI, ex Ministro del’Interno nel Governo D’Alema II, riconfermato nel Governo Amato II, ex Margherita, Sindaco di Catania, Senatore PD)
.
Imbarazzanti i suoi rapporti con Ciancio Sanfilippo, indagato per mafia.
Al riguardo Bianco afferma di non sapere che Sanfilippo fosse, appunto, indagato !
Nel febbraio 2017 è indagato dalla procura di Catania per abuso d’ufficio.
Rinuncia alla candidatura a Governatore della Sicilia offertagli dal PD.
Oggi percepisce 5.601 euro mensili.
.

▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
Rosa Russo Iervolino
ROSA RUSSO IERVOLINO (ex DC, ex PPI, poi PD, ex Ministro dell’Interno nel Governo D’Alema, ex Sindaco di Napoli).
.
E’ stata soggetto di critiche per il suo operato a Napoli, in cui fu coinvolta nello scandalo dei rifiuti, e fu condannata nel 2013 dalla Corte dei Conti a risarcire al Comune 560.893 euro.
Condannata a restituire anche 155 mila euro per una “inutile locazione passiva” di due immobili.
Oggi percepisce 5.400 euro mensili.
.

▄ ▄ ▄ ▄ ▄
.
Questi esempi rappresentano solo una piccola parte del gigantesco fenomeno di parassitismo che i politici di TUTTI i partiti interpretano, ma è sintomatico il fatto che proprio il PD sia ai primi posti negli elenchi della “casta”.
.
Se i cosiddetti “populisti” denunciano queste vergogne, indegne di un qualsiasi Paese “civile”, allora ben vengano i populisti.
.
Apostrofare i denuncianti con tale definizione è diventato una sorta di alibi per questi scarafaggi della politica, come se il fatto stesso che le loro nefandezze siano denunciate e rivelate da coloro che vengono indicati come populisti, sia di per sé uno sgravio all’importanza dei fatti.
.

.
Il non dare credito ai populisti, in quanto tali, è diventato il paradossale e nuovo assioma delle sinistre (ma non solo), che intendono così non affrontare le proprie vergognose responsabilità,  attaccando i responsabili di una pubblicità negativa che li coinvolge.
.
L’intento è dunque quello di delegittimare chi punta il dito, e poco importa se le accuse sono vere, poiché l’essenziale è poter continuare ad usufruire dei benefici, del ruolo parassitario in cui si sono calati.
.
Il populista diventa così il bersaglio, colui da attaccare e da indicare alle masse come elemento destabilizzante, falso e non credibile, come se finalizzasse le sue denunce verso uno scopo ingannevole.
.
Il PD è maestro in tutto ciò, e lo dimostrano decenni di mala informazione (la famosa disinformazione) attraverso cui la sinistra e i suoi pseudo intellettuali hanno mistificato l’evidenza della realtà.
.
Decenni di consistenti sovvenzionamenti economici provenienti da Mosca (vedi “Oro da Mosca” di Valerio Riva) hanno fatto il resto, consentendo agli eredi di Togliatti il monopolio dell’informazione, non solo in Italia, ma a livello europeo.
.
I pensionati, gli operai, i contadini, e chiunque abbia fino ad oggi votato per la sinistra dovrebbero sentirsi oltraggiati da quanto percepiscono i loro cosiddetti paladini.
.
Spesso sento affermare da persone anziane che percepiscono 600 euro al mese di pensione che  votano per il PD perché rappresenta il partito degli operai.
.
Forse però queste persone non hanno le idee chiare, oppure sono state manipolate ideologicamente, poiché in realtà è vero l’esatto contrario.
.
E’ sufficiente guardare e osservare fin dalle origini del comunismo come questo si sia approcciato alle masse, iniziando con le deportazioni staliniane, l’oppressione nei Paesi occupati militarmente, i cento milioni di morti prodotti nel secolo scorso, per finire poi al comportamento vergognoso di quei deputati della sinistra che oggi navigano nel lusso, nel privilegio, quando non nel malaffare e nella corruzione.
.
Stalin e la politica comunista producono milioni di morte, colpendo contadini e operai
.
Questi personaggi preferiscono destinare 4 miliardi di euro per le spese dell’accoglienza all’immigrazione islamica , mentre al popolo italiano mancano i soldi per arrivare a fine mese.
.
Preferiscono tagliare le spese per la sanità e l’istruzione, obbligandoci a pagare tickets altissimi per poterci curare.
.
Lo Stato ha chiuso i concorsi pubblici e chi riuscirà ad andare in pensione (nonostante i continui aumenti dei limiti di età) non verrà rimpiazzato, negando ai giovani il lavoro, e ipotecando così il loro stesso futuro.
.
Ci sono sempre meno nuove famiglie, poiché mancando il lavoro (su cui dice di basarsi la Costituzione), costituirle è diventato una chimera irraggiungibile.
.
La Nazione è così destinata a diventare un popolo di vecchi, che verrà sostituita dagli immigrati, siano essi nord africani che cinesi, oppure senegalesi piuttosto che rumeni o albanesi, in un cinico disegno di pianificazione delle masse attuato dalle sinistre.
.
Scompaiono le nostre tradizioni, la nostra stessa cultura, anche religiosa e cristiana, ostaggio di un imposto clichè di accoglienza a cui siamo costretti a sottostare, soggiogati da dictat del PD e degli italioti che li appoggiano.
.
Non pago, il PD ha ideato anche un altro sistema per incamerare milioni di euro nelle sue casse : quello delle primarie.
.
Da un lato si vuole far credere che queste votazioni rappresentino un alto livello di democraticità, ponendo nelle mani degli iscritti al partito il loro stesso futuro politico, mentre in realtà tutto si riduce ad una mera operazione finanziaria attraverso cui, grazie al contributo obbligatorio di 2 euro a votante, si incamerano tranquillamente milioni di euro.
.
Gli italioti che si prestano a tutto ciò devono essere veramente ben poco dotati intellettivamente, poiché dopo aver assistito al parassitismo dei loro beniamini, all’evidenza dei loro privilegi, alla enorme disparità di trattamento economico palesemente dimostrata tra casta e popolazione, si affannano comunque a portare due euro ciascuno alle sedi del PD , dove avvengono le primarie.
.
Cantiamo dunque “Bella ciao” tutti insieme, tenendoci per mano, e il gioco è fatto !
.
Grazie, Italioti, siete voi che avete permesso tutto ciò …
.
.
Dissenso
.
.














Speech by ReadSpeaker