Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

sabato 24 ottobre 2009

RACCOLTA DIFFERENZIATA

.
Vorrei sottoporre all’attenzione dei minerbiesi un aspetto riguardante una questione di indubbio interesse.
Premetto che a Minerbio non viene effettuata una raccolta differenziata dei rifiuti, o almeno non così seriamente come dovrebbe essere fatta, stante l’importanza che essa riveste, sia per l’impatto ambientale, che per quello economico e sociale.
Infatti, non ci sono raccoglitori a sufficienza a disposizione dei cittadini per diversificare i rifiuti, e quei pochi disponibili sono dislocati in posizioni poco raggiungibili e distanti dalle abitazioni.

Aggiungo che la vera raccolta differenziata sarebbe quella che si produce nel cosiddetto sistema porta a porta, e grazie alla quale si riesce veramente a differenziare plastica, carta, vetro, umido, ecc.
Una raccolta differenziata seria, a livello di molte realtà europee, prevede che ci siano anche, a livello familiare o condominiale, dei kit per il compostaggio dei cosiddetti rifiuti umidi, gli scarti alimentari, per intenderci, che rappresenterebbero una ricchezza, se sfruttati adeguatamente.
In alcuni paesi europei vengono sfruttati anche i residui dei rifiuti umani, come concime per le campagne, tramite il loro accumulo in contenitori che impediscono la fuoriuscita di odori, e la successiva vendita ai contadini.
Tutto si riciclerebbe, se le operazioni di smistamento e di recupero dei rifiuti fossero fatte seriamente.
In Europa, con la raccolta differenziata, secondo recenti statistiche, si è arrivati a dimezzare i rifiuti destinati alla discarica, mentre in Italia si è verificato esattamente l’opposto, e cioè si è arrivati a raddoppiarli.
Il perché è riscontrabile nella solita routine di approccio verso le varie problematiche interpretata dai vari politici di turno.
Il menefreghismo, la scarsa o assente professionalità, la spocchiosità arrogante e la totale mancanza di raffronto con le opposizioni e con i cittadini, pone i politici al comando in una categoria particolarmente deleteria, almeno in Italia.
E’ consuetudine diffusa, infatti, abbinare genericamente l’homus politico ad una figura di riferimento che simbioticamente vive attraverso il clientelismo e la corruzione, si riproduce attraverso la propagazione di idee in antitesi con la morale costituita, e lascia la scena solo quando la sterilità e la impossibilità di ulteriore sfruttamento sono divenute dominanti.
Comunque, tornando a Minerbio e alla problematica inerente ai rifiuti…
E’ risaputo, attraverso la cassa di risonanza di Prometeo, organo di diffusione delle eroiche gesta del Primo cittadino, che sia in atto un progetto di costruzione di una rotonda, e di una strada di collegamento per ovviare all’aumento di traffico legato a ............................................................... Non voglio dirlo......................mi sembra sconveniente.........................................................
Eppure, DEVO DIRLO...........................ebbene sì...........un aumento di traffico dovuto alla maggiore cubatura di rifiuti e all’espansione della discarica di Baricella.
E’ proprio così…
Invece di calare, le discariche italiane aumentano…
Invece di differenziare i rifiuti, e di sfruttare economicamente, e con vantaggio per l’ambiente, il loro riciclo, questi vengono dirottati maggiormente in discarica.
Quindi aumentiamo queste fogne a cielo aperto, avveleniamo l’ambiente, prendiamo a calci l’ecologia e il rispetto per la natura e per le generazioni future, a cui lasceremo in eredità solo veleni e aria irrespirabile.
Per fare ciò, non basta creare inceneritori, come quello di Quarto Inferiore, produttore, come tutti, di diossina, non basta indifferenziare la raccolta, per soddisfare la voracità di una discarica che sembra assumere sembianze di un mostro mai sazio, ma dobbiamo anche costruire una nuova rotonda e una nuova strada.
Costo : 3 milioni di euro.
Ripeto :
costo previsto, se non interverranno intoppi in corso d’opera :
tre milioni di euro.
La spesa, che graverà sulla collettività, va a tutto vantaggio della discarica nel Comune di Baricella, la cui amministrazione, per una strana coincidenza del destino, appartiene allo stesso schieramento politico della neo amministrazione minerbiese.
Si sa che PD non mangia PD e che, anzi, il clientelismo (vedi Coop Rosse, Unipol, intercettazioni di Dalema, ecc) è una scuola di pensiero a cui gli adepti fanno riferimento.
Naturalmente a discapito dell’ambiente.
Ribadisco : si tratta del nostro ambiente, di quello in cui vivono e respirano i nostri figli e nipoti.
Siamo circondati dalla discarica di Baricella da una parte, e dalla fonderia di Bentivoglio, che rilascia nell’aria i gas tossici residui della lavorazione dell’alluminio, dall’altra.
Lo zuccherificio della Co.Pro.B ammorba l’aria per mesi, con i suoi miasmi, derivanti dalla fermentazione delle barbabietole ma, per lo meno, questo fenomeno sembra non causare danni alla salute.
Poco oltre Granarolo abbiamo quel colosso mostruoso che avvelena l’aria e i prodotti della terra, gli animali e l’uomo stesso, e cioè l’inceneritore del ‘Frullo’.
Chiunque puo’ leggere in Internet cosa significa, e quanto ciò incida in termini di salute e di malattie tumorali, a detta di eminenti studiosi e scienziati.
I nostri politici, assuefatti dallo stereotipo a cui fanno riferimento, in totale delirio di onnipotenza, si disinteressano completamente di quanto accade.
Anzi, mi correggo…magari, dimostrassero di non interessarsene, invece, purtroppo ne sono corresponsabili, e tra i maggiori fautori.
Viene spontaneo chiedersi il perché…
Forse motivazioni economiche…?
Forse stupidità latente, improvvisamente evolutasi in colpevole condiscendenza di intenti…?
Forse spirito criminale…?
Forse la fede in quegli ideali politici maggiormente ricercati dagli addetti ai lavori, come la irresistibile attrazione verso la corruzione, la concussione, l’aggiotaggio, il clientelismo, le omissioni, la criminale determinazione alla sopraffazione…?
Forse siamo noi che sbagliamo, impedendo loro (solo a livello idealistico) di perpetrare ai nostri danni le macchinazioni elaborate nei loro summit di partito…?
Forse non dovremmo neanche sospettare che a volte, dietro a tutto, ci siano appartenenze a lobbies di potere che, incuranti della popolazione, percorrono strade a noi sconosciute, secondo i dettami dei grandi manipolatori.
Forse le massonerie hanno disegnato questi scenari…forse no…chi può dirlo…
Fatto sta che…certe strategie, e certi comportamenti dei nostri amministratori sono incomprensibili…
Qualcuno di loro, può dare una spiegazione convincente…?
Ho ricercato in Internet qualche politico esente da dubbi, mai indagato o soggetto a scandali…di ogni partito…PD, PDL, UDC, ecc…chi più ne ha …più ne metta…
NON NE HO TROVATI…SONO TUTTI COLLUSI, in un modo o nell’altro, tutti hanno scheletri nell’armadio…
Quindi…e qui mi rivolgo a Prometeo….BASTA con la prosopopea, e con i proclami di onnipotenza, BASTA con la pubblicazione dei meriti del Primo cittadino…
Il popolo è stanco di farsi prendere per i fondelli…
Io sono stanco…mia moglie e i miei amici sono stanchi, tutti quelli che conosco…i negozianti…TUTTI…nessuno escluso …non ve ne siete resi conto…?
Se fossimo nel 1789….in Francia….lo sapete vero, cari politici, cosa vi riserveremmo…?
Però siete fortunati…siamo nel 2009, in Italia…ma questo non vi autorizza a tirare troppo la corda…si potrebbe rompere…!

Dissenso
.

Speech by ReadSpeaker