Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

sabato 4 giugno 2011

Imprese, 9 milioni per rimuovere l'amianto e installare il fotovoltaico

IL BLOG INFORMA:

Aperto fino al prossimo 16 giugno il bando della Regione
L'opportunità è destinata alle 
piccole e medie imprese dell'Emilia-Romagna

In sintesi

Le piccole e medie imprese dell'Emilia-Romagna hanno tempo fino al 16 giugno per presentare le proprie domande di contributo per rimuovere l'amianto e installare il fotovoltaico.
A disposizione ci sono nove milioni di euro, provenienti dal Por-Fesr e regionali, destinati a favorire e promuovere la qualificazione ambientale ed energetica del sistema produttivo regionale.
Il contributo non potrà essere superiore a 150 mila euro per ciascun beneficiario. La valutazione tecnica delle domande sarà affidata ad un nucleo di valutazione composto da collaboratori degli assessorati Attività produttive e Ambiente.
Per maggiori informazioni http://emiliaromagna.si-impresa.it.


Operaio impegnato nella rimozione dell'amianto (1)
Sono oltre ottanta le domande presentate, o in corso di compilazione, per rimuovere l’amianto dal tetto della propria impresa e sostituirlo con impianti fotovoltaici, coibentare gli edifici climatizzati adibiti ad attività lavorative e/o produttive garantendo così benefici per la salute di chi vi lavora, risparmio energetico ed energia pulita.
Un’opportunità resa possibile dai 9 milioni di euro del bando regionale che resterà aperto fino al prossimo 16 giugno.
Finanziato con risorse provenienti dal Por-Fesr e regionali, per la concessione di contributi alle piccole e medie imprese emiliano-romagnole, il provvedimento è destinato a favorire e promuovere la qualificazione ambientale ed energetica del sistema produttivo regionale.

Chi può fare domanda:

Pannelli fotovoltaici (2)
I destinatari del bando sono esclusivamente le piccole e medie imprese emiliano-romagnole aventi sede legale e/o operativa nel territorio dell’Emilia-Romagna e il contributo non potrà essere superiore a 150 mila euro per ciascun beneficiario.
Alla valutazione tecnica delle domande di contributo provvederà un nucleo di valutazione composto da collaboratori appartenenti all’assessorato Attività produttive e dell’assessorato Ambiente.
La trasmissione delle domande di contributo, tramite posta elettronica certificata, dovrà essere effettuata, pena la non ammissibilità delle stesse, entro del 16 giugno 2011 alle ore 16. 
I commenti
“Sapevamo che era un provvedimento atteso, e le domande che stanno arrivando ne sono la dimostrazione più netta. Per fare crescere l’Emilia-Romagna, abbiamo puntato sull’economia verde: luoghi di lavoro sicuri e salubri, alimentati da fonti di energia rinnovabile, sono un passo fondamentale di questo cammino”, ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli.
“L’energia sostenibile - ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente Sabrina Freda - cresce e si rafforza con politiche per l’ambiente che conciliano sicurezza, riduzione dell’inquinamento e risparmio di territorio”.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Speech by ReadSpeaker