Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

venerdì 6 giugno 2014

LA POLITICA E I CITTADINI.

In questi ultimi cinque anni noi del Blog  abbiamo lottato continuamente contro una politica sorda, cieca, arrogante e autoreferenziale che tentava in ogni modo di negare una realtà palesata da innumerevoli prove tangibili fornite da noi stessi, attraverso foto, documenti, articoli, ecc...
Basta leggere le pagine del Blog, qui accanto.

Abbiamo cercato di coinvolgere le realtà politiche del Paese, le così dette "opposizioni", ma scontrandoci contro un lassismo e un menefreghismo che ha dell' inverosimile, ci siamo accorti che dialogare con loro era come combattere contro i mulini a vento. 
(Ovviamente fatto salvo un unico consigliere comunale che ha sempre lottato come un leone, oggi eletto a Baricella).

Attraverso BANCHETTI - VOLANTINAGGI - RACCOLTE FIRME - DENUNCE VERE E MEDIATICHE - ARTICOLI VERITA' ED INCHIESTE abbiamo portato alla luce una serie di fatti che grazie alla nostra perseveranza e coraggio sono finalmente stati risolti. 

NON TUTTI OVVIAMENTE, MOLTO E' ANCORA DA FARE.

Consideriamo comunque i risultati da noi raggiunti un successo incredibile soprattutto se pensiamo al fatto  che non eravamo nemmeno all'interno del consiglio comunale. 
Due semplici Cittadini che dall'esterno del Palazzo Comunale cercavano e tuttora continueranno a tentare di battagliare per risolvere situazioni e problemi che attanagliano Minerbio e che ci stanno a cuore.

Non ci siamo mai voluti candidare per formare una lista civica di opposizione perchè non riteniamo indispensabile sedersi su quelle poltrone per parlare del nostro territorio.
Ma motivo ancor più triste è che il Minerbiese è l'emblema stesso dell' italiano medio.

E' capace di lamentarsi, lamentarsi e ancora di lamentarsi ma quando si presenta l'occasione di tirare le fila è il primo a nascondersi. 

Quando il gioco si fa duro, stai tranquillo che ti trovi da solo.

E questo accadeva anche con le "vecchie" liste di opposizione e i "(non) nuovi" consiglieri comunali.

Estratto del programma del PD minerbiese: riservato ad amici e familiari.
Sembra che il connubio tra cittadini minerbiesi e PD sia insolubile, come una sorta di "dai e ricevi" al contrario.

Io ti voto quindi lasciami vivere, salvo poi prendersela sempre in quel posto...
.
Ovviamente noi continueremo ad opporci al sitema di governo del PD appena rieletto e che vede oltretutto nelle sue fila i rappresentanti del partito comunista.
.
LE ALLEANZE DEL PD, FALCE E MARTELLO E CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA...

.
Con il nostro sguardo a DESTRA (noi non abbiamo bisogno della parola centro!) continueremo a sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi reali del Paese bacchettando la giunta eletta quando sbaglierà e spronando gli attuali consiglieri comunali di opposizione a non dormire sugli allori (anche perchè c'è poco da festeggiare!).

COMINCIAMO SUBITO...

CHIEDIAMO LORO, AI (rossi) GRILLINI E AL CENTRODESTRA UNITO (unito a chi ? al PD ?), SE SI SONO MAI ACCORTI (domanda retorica) DELL'ETERNIT DEL CONSORZIO PROPRIO ACCANTO AGLI ASILI DEL PAESE...?!

Se la risposta è NO, vi invito a leggere QUI oppure QUI

Ma siccome crediamo che, come al solito, questa domanda e questa sfida cadrà nel vuoto, a tal proposito ripubblichiamo un commento di un nostro lettore che sintetizza bene quanto da noi appena detto :
 .
"i grillini hanno scazzato completamente la campagna elettorale. per ottenere un consenso nelle realtà come la nostra devi piacere alla gente, a pelle, e devi proporre cose utili, non idiozie come i tabelloni luminosi "perchè la gente deve sapere quanto spende il comune in elettricità".
mi associo quindi all'analisi di questo blog e anche di un altro: i grilli hanno perso per demerito delle persone, hanno atteso il voto "della faccia di grillo" senza rendere piacevole la loro, sono diventati una specie di ufficio di collocamento per ragazzotti con la mente erose dalle ore e ore passate su internet.
Centrodestra unito? unito a chi? a minganti forse? STENDIAMO UN VELO PIETOSO.
Altri hanno avuto più dignità.
minganti si può dire tutto tranne che "sia stato in mezzo alla gente per 5 anni", è talmente superbo che aspetta di essere salutato prima di salutare, perchè lui è il sindaco quindi può girare col naso all'insù.
la gente ha votato renzi e non si è accorta di dare la sedia a minganti. i grilli potevano essere una alternativa di "speranza e protesta" ma si sono presentati talmente al di sotto delle aspettative che quasi quasi venivano raggiunti dalla lista del nulla cosmico del pdl.
ora per minganti e il suo clan la strada è in discesa, in un consiglio comunale fatto di una strana maggioranza allargata al pdl e coi grillini che speriamo che non siano i figliocci della lista-zucchini, se no è meglio emigrare da un altra parte!!!"

CLICCA SULLA FOTO PER INGRANDIRLA
INOLTRE, CHIEDIAMO LORO, AI (rossi) GRILLINI E AL CENTRODESTRA UNITO (unito a chi ? al PD ?), SE SI SONO MAI ACCORTI (domanda retorica) CHE DAVANTI ALLA CHIESA DI MINERBIO CI SONO INSORMONTABILI GRADINI CHE IMPEDISCONO IL PASSAGGIO E L'ACCESSO AI DISABILI  IN  CARROZZINA..!?
.
Rivolgendoci inoltre anche agli organizzatori della prossima festa "la notte celeste" facciamo un appello:
ci auguriamo che i soldi che verranno raccolti in questa manifestazione saranno destinati anche all' eliminazione di questa maledetta barriera architettonica presente ormai da troppo, troppo tempo.
GRADINI DAVANTI ALLA CHIESA
Anche questa volta crediamo che la risposta sarà la solita aria fritta, come quella fornitaci dal prete del paese che nascondendosi dietro a "...ci sono le belle arti ed è complicato..." ha preferito nascondere la testa sotto la sabbia lasciando che il problema non si risolvesse. 
Comportandosi esattamente come fa del resto tutta la politica locale, fatta da cattocomunisti che parlano di Berlinguer o il criminale Togliatti mentre vanno in chiesa alla domenica.

Speech by ReadSpeaker