Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

martedì 11 gennaio 2011

CAMPAGNA CONTRO L’AMIANTO A MINERBIO

.
Ecco il testo della mail inviata al Sindaco Minganti, ad A.R.P.A., ad Ausl, e agli organi di informazione dopo il ritrovamento di un manufatto in amianto lasciato illegalmente vicino ad un cassonetto a Minerbio.
.
~ ~ ~
Minerbio, 11/01/2011

Smaltimento abusivo di fibrocemento anche a Minerbio !

Nel corso di una escursione estemporanea compiuta da Vito Totire (AEA) ed Emanuele Bartoli (Movimento 5 stelle di Minerbio) è stato rinvenuto uno smaltimento abusivo di fibrocemento, verosimilmente contenente amianto, a Minerbio.

Come sempre, in assenza di un riscontro al microscopio, parliamo per correttezza di “fibrocemento con molto verosimile presenza di amianto” ma l’affioramento di fibre, l’ispezione visiva e l’esperienza portano a concludere che una verifica al microscopio (anche se non è da escludere) potrebbe persino essere uno spreco di risorse.

Il sito identificato è in via Canaletto, al primo bidone dei rifiuti dopo via Fiumicello nelle immediate vicinanze di un canale di bonifica, presso il quale è stato depositato un grande comignolo per canna fumaria.

Ci si chiede : “ perché un cittadino ha adottato questo comportamento abusivo e a rischio per la salute e per l’ambiente ?

Probabilmente l’Amministrazione Comunale non ha fornito ai Cittadini la possibilità di interagire tramite un referente (ad esempio Hera o Protezione Civile) per lo smaltimento del materiale.

L’Associazione Esposti Amianto dopo aver precisato che occorre garantire una bonifica immediata (entro 24-48 dall’avvistamento), ribadisce ( da oltre 15 anni ) che occorre soprattutto fare prevenzione con alcune semplici misure, che sono:

a) Ordinanza del Sindaco finalizzata al censimento capillare di tutto l’amianto presente nel territorio attraverso l’obbligo della autonotifica;

b) Adozione di misure organizzative per favorire gli smaltimenti in maniera corretta, salubre e non onerosa per i cittadini.

Il censimento è un deterrente eccezionale in grado di prevenire gli smaltimenti abusivi ( ciò è comprovato dal precedente del Comune di San Lazzaro ), grazie al quale i Sindaci sono nella condizione di poter adottare un provvedimento già efficacemente collaudato.

E’ necessario anche che l’Amministrazione Comunale effettui immediatamente ( avrebbe già dovuto farlo !! ) un’opera di informazione sistematica e capillare sul territorio, per sensibilizzare i Cittadini.

E’ imperativo individuare le risorse che permettano ai cittadini di affrontare il problema dello smaltimento di piccole quantità di amianto, senza che possano incappare in onerosi impegni economici.

A questo scopo bisogna adottare misure che consentano al cittadino di fruire di incentivi fiscali, economici, e logistici, a copertura totale delle spese di smaltimento.

Nel caso odierno, vigileremo perché lo smaltimento del manufatto ritrovato e segnalato sia bonificato entro 48 ore.

Prevediamo a breve una ricognizione congiunta (AEA - Movimento a 5 stelle) in tutto il territorio del Comune di Minerbio.

In caso di risposte inadeguate da parte delle istituzioni, in primis da parte del Sindaco, adotteremo ulteriori iniziative.
.
~ ~ ~
Emanuele e Christian Bartoli
Referenti del Movimento 5 stelle di Minerbio

Vito Totire
AEA - associazione esposti amianto e rischi per la salute.
.
.
~ ~ ~
. .
Si allegano fotografie del ritrovamento :
.
_
.
_
.
~ ~ ~
.
Vedremo per quanto tempo ancora il Sindaco si ostinerà a sostenere che il problema amianto nel "privato" a Minerbio non esiste.
.
E.B.
.

Speech by ReadSpeaker