Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

martedì 12 giugno 2012

TERREMOTO E FRACKING

.
Premetto alcuni cenni esplicativi sul significato di una parola inglese che in questi giorni sta facendo discutere, a proposito del recente terremoto : il FRACKING.
.
~ ~ ~
.
LEGGIAMO da wikipedia :
.
La fratturazione idraulica, spesso denominata con i termini inglesi fracking o hydrofracking, è lo sfruttamento della pressione di un fluido, in genere acqua, per creare e poi propagare una frattura in uno strato roccioso.
.
La fratturazione, detta in inglese frack job (o frac job), viene eseguita dopo una trivellazione entro una formazione di roccia contenente idrocarburi, per aumentarne la permeabilità al fine di migliorare la produzione del petrolio o dello shale gas (gas naturale non convenzionale derivato dalla decomposizione anaerobica degli scisti) contenuti nel giacimento e incrementarne il tasso di recupero .
.
Le fratture idrauliche possono essere sia naturali che create dall'uomo ; esse vengono create e allargate dalla pressione del fluido contenuto nella frattura.
.
Le fratture idrauliche naturali più comuni sono i dicchi e i filoni-strato, oltre alle fessurazioni causate dal ghiaccio nei climi freddi.
.
Quelle create dall'uomo vengono indotte in profondità in ben precisi strati di roccia all'interno dei giacimenti di petrolio e gas, estese pompando fluido sotto pressione e poi mantenute aperte introducendo sabbia, ghiaia, granuli di ceramica come riempitivo permeabile; in questo modo le rocce non possono richiudersi quando la pressione dell'acqua viene meno.
.
La fratturazione idraulica è sotto monitoraggio a livello internazionale a causa di preoccupazioni per i rischi di contaminazione chimica delle acque sotterranee e dell'aria.
.
In alcuni paesi l'uso di questa tecnica è stata sospesa o addirittura vietata.
.
Le tecniche di microfratturazione idraulica del sedimento possono, in taluni casi, generare una micro-sismicità indotta e molto localizzata.
.
L'intensità di questi micro-terremoti è di solito piuttosto limitata, ma ci possono essere problemi locali di stabilità del terreno proprio perchè i sedimenti sono superficiali.
.
Sono stati comunque registrati alcuni terremoti probabilmente indotti superiori al 5° grado della Scala Richter.
.
Ad esempio nel Rocky Mountain Arsenal, vicino a Denver in Colorado, nel 1967, dopo l'iniezione di oltre 17 milioni di L. al mese di liquidi di scarto a 3.670 metri di profondità, furono registrate una serie di scosse indotte localizzate nell'area, con una punta massima di magnitudo compresa fra 5 e 5.5.
.
~ ~ ~
.
Tenendo ben presente tutto ciò, è necessario che si sappia quanto segue, diffuso in rete a firma Franz Mannino.
.
Riporto testualmente l’articolo :
.
Nei giorni che hanno preceduto il terremoto in Emilia si sono susseguiti alcuni eventi, di ben diversa natura ma comunque saldamente legati a quel territorio, che sono stati ripresi dalle maggiori testate nazionali.
.
Andiamo per ordine :
.
Il 17 febbraio 2012 i Ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali Corrado Clini e Lorenzo Ornaghi hanno decretato la compatibilità ambientale e la conseguente autorizzazione di opere di indagine geologica (cioè trivellazioni con uso di cariche esplosive e pompaggio di acqua ad alta pressione) , allo scopo di verificare la realizzabilità di un gigantesco deposito di gas metano, nel sottosuolo dei comuni di San Felice sul Panaro, Finale Emilia, Camposanto, Midolla, Mirandola e Crevalcore, all’interno di una altrettanto gigantesca cavità naturale situata a quasi tre chilometri di profondità ed in grado di servire allo stoccaggio di 3,2 miliardi di metri cubi di gas metano (equivalente al volume di un’enorme sfera di diametro di quasi 2 Km).
.
Una vera e propria bomba piazzata sotto i comuni emiliani in una zona ad elevato rischio sismico.
.
Questo accadeva tra le proteste dei Verdi di Angelo Bonelli, insieme ad altri partiti, associazioni e comitati cittadini che da anni si oppongono agli studi di fattibilità già promossi sin dal 2005 dai Governi Berlusconi e Prodi.
.
Un parere negativo l’aveva anche espresso la Regione Emilia proprio per ragioni di sicurezza da rischio sismico.
.
Clini e Ornaghi hanno però ritenuto ininfluente il parere dei cittadini e considerato ammissibile la trivellazione di pozzi con uso di cariche esplosive, immissione di acqua per fratturazione e pompaggio di gas nel sottosuolo.
.
Avrete già notato che i comuni oggetto delle opere di trivellazione sono esattamente quelli più colpiti dagli episodi di sciame sismico dei giorni scorsi e da quelli ancor più tragici e distruttivi di questa settimana.
.
A seguito delle prime scosse significative il Governo ha comprensibilmente dato segni di imbarazzo.
.
Il Ministro Clini ha subito parlato di “ulteriori necessari accertamenti”, ricordando a tutti che i Ministeri hanno concesso solo una “valutazione favorevole alla esplorazione” (che si fa trivellando n.d.r.).
.
Poi arriva la società autorizzata alla realizzazione dell’opera, la Erg Rivara Storage srl, società anglo-italiana riconducibile, tra gli altri, al patron della Sampdoria Garrone, che nega di aver “realizzato nell’area di Rivara nessuno studio o perforazione, tanto meno con l’iniezione di gas “.
.
La Erg si riferisce al cosiddetto “fracking”.
.
Il fracking consiste nell’iniettare acqua ad altissima pressione allo scopo di fratturare la roccia, allargare progressivamente la frattura e penetrare in profondità.
.
L’acqua di scarto, trattata con lubrificanti e agenti chimici, tende normalmente a tornare in superficie ed il problema dello stoccaggio di questo residuo fluido, normalmente contaminato da polveri radioattive, è risolto attraverso la creazione di pozzi profondissimi dove l’acqua reflua viene scaricata ad altissima pressione ed il problema si intende risolto.
.
Ed ecco che infatti nel testo del decreto Ornaghi-Clini possiamo individuare le due fasi che precedono l’insufflamento di gas :
.
quella preliminare “di accertamento” che ha inizio dopo il rilascio delle autorizzazioni e la fase “di sviluppo” per la realizzazione dei pozzi di stoccaggio.
.
Questa seconda fase “di sviluppo” è una rinomatissima causa di terremoti.
.
Non lo dicono i complottisti, ma la comunità scientifica internazionale.
.
Negli U.S.A., lo Stato dell’Ohio, che ospita 177 di questi pozzi, ha recentemente dovuto regolamentare questa pratica perché pare che il trivellamento dei pozzi di stoccaggio abbia causato nella zona “una dozzina di terremoti”, la notizia è riportata dall’Uffinghton Post in un articolo del 9 maggio scorso.
.
Altrettanto interessante è quanto illustra il sito del Lamont-Doherty Earth Observatory, dipartimento di Scienze della Terra della prestigiosa Columbia university che ci informa qui che la correlazione tra il pompaggio profondo di acque reflue da fracking e terremoti pari o superiori al grado 5.0 della scala Richter è cosa nota sin dagli anni 60 come documentato negli eventi sismici occorsi in Arkansas, Texas, Oklahoma, e nel Regno Unito.
.
Ricapitolando :
.
Una grossa società vuole trivellare nei comuni di San Felice sul Panaro, Finale Emilia, Camposanto, Midolla, Mirandola, e Crevalcore.
.
Le trivellazioni sono propedeutiche alla realizzazione di un enorme serbatoio di gas metano sotterraneo in una zona ad alto rischio sismico.
.
I cittadini si oppongono e la Regione dà parere negativo.
.
I ministri Clini e Ornaghi autorizzano per decreto le fasi preliminari di indagine, nonostante il parere negativo della Regione, consentendo pratiche come lo stoccaggio in profondità delle acque reflue, che notoriamente possono causare scosse telluriche fino al quinto grado della scala Richter.
.
Il recente sciame sismico ha modalità che appaiono molto simili a quelle riconducibili ad operazioni di pompaggio di acque reflue nel sottosuolo.
.
Metri cubi di melma grigiastra sembrano affiorare un po’ ovunque nei comuni interessati dal sisma.
.
Certo, la Erg nega di aver già dato inizio alle perforazioni.
.
Noi speriamo che le compagnie non mentano mai.
.
FONTE : Franz Mannino (blogger)
.
~ ~ ~
.
L’anno scorso anche Minerbio ha assistito impotente alle manovre con cui la Stogit ha imperversato nel sottosuolo, sottoponendolo ad esplosioni controllate.
.
Ci furono polemiche, e le detonazioni causarono danni ad alcuni edifici, ma come sempre tutto ciò si è svolto con il beneplacito di chi ha consentito che tutto ciò avvenisse, a dimostrazione ancora una volta che lo Stato, spesso, si presenta a tutti noi non come un buon padre di famiglia, ma come un nemico arrogante di cui diffidare.
.
Non sappiamo infatti cosa esattamente sia stato fatto nel sottosuolo, poiché l’informazione al riguardo è totalmente nelle mani della Stogit, e l’Amministrazione pubblica locale sembra essere in stato catatonico al riguardo.
.
Come possiamo essere certi che anche a Minerbio non siano state fatte perforazioni e fracking ?
.
Viene anche spontaneo domandarsi perché nonostante i molti dubbi sull’operato di alcune compagnie del settore non ci siano dibattiti, confronti, controllo, ispezioni, protocolli di gestione del fenomeno affidati all’esame di comitati cittadini, e altre semplici misure di coinvolgimento popolare in cose che riguardano proprio la gente stessa in prima persona ?
.
Ci si chiede perché e con quale diritto alcune alte cariche dello Stato decidono in maniera contraria alla volontà espressa dalla maggioranza di quel popolo che dovrebbero servire ?
.
Ci si domanda come mai, nonostante il parere contrario della Regione, i ministri Ornaghi e Clini si siano arrogati il diritto di concedere autorizzazioni a progetti che sono ritenuti dalla comunità scientifica un vero e proprio pericolo, poiché costituiscono la causa di sismi anche di grado elevato ?
.
Chi ci dice che gli ultimi terremoti dell’Emilia, che tanto dolore e distruzione hanno causato, non siano una conseguenza diretta delle pratiche di fracking messe in atto con la complicità di questo Stato nemico dei cittadini ?
.
La realtà è proprio questa : lo Stato nemico.
.
Infatti, non è un caso che la prima causa di chiusura delle aziende, in questo periodo di crisi, dipenda dalla enorme pressione fiscale, e dalle imposizioni cui lo Stato obbliga a sottostare, impedendo di fatto la semplice sopravvivenza di chiunque si attenga ai parametri di riferimento.
.
Tutto ciò accade mentre i politici che rappresentano lo Stato stesso ingrassano come maiali nel porcile parlamentare, imperversando nella nostra vita come parassiti, e fagocitando tutte le risorse disponibili..
.
Ora, a tutto ciò si aggiunge il pesante carico di morte e distruzione causato da un terremoto che  sembra scaturire dalle dissennate prese di posizione di politici senza scrupoli, incompetenti e arroganti : nemici, appunto !
.
Chiudo queste osservazioni con una domanda che sempre più frequentemente si impone, stante la situazione attuale :
.
fino a quando permetteremo a costoro di spadroneggiare con le nostre vite, con il futuro dei nostri figli.
.
E’ ora di tornare a impossessarci della nostra dignità, toltaci gradatamente ma inesorabilmente nel corso degli ultimi anni, e di imporre alla classe politica la volontà popolare, che dovrebbe essere alla base del vivere civile e democratico.
.
Il popolo vuole delle risposte, chiare e sincere, che rivelino tutte quelle meschine manovre che per interesse spesso vengono occultate e permesse dai personaggi politici stessi.
.
La trasparenza deve essere la regola che accompagna il modus operandi della politica, e non una lontana chimera irraggiungibile che permette ai furbetti, agli arroganti, e al malaffare di compiere nefandezze di ogni tipo…
.
Dissenso
.

Speech by ReadSpeaker