Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

domenica 1 maggio 2011

NON CRITICATE IL SINDACO MINGANTI !!!

.
Vorrei appellarmi a tutti quei cittadini che sono scontenti dell'operato del Primo Cittadino di Minerbio (sono tantissimi) e alle opposizioni che, quotidianamente, trovano giusti motivi per una contrapposizione costruttiva.

Vorrei pregare tutti quanti di lasciare stare il Sindaco Lorenzo Minganti...

Non assillatelo con proteste, o con rivendicazioni sui più svariati argomenti, nonostante ci sia più di un motivo per ergersi a difesa dei nostri diritti, di fronte ad una arroganza che si palesa sempre più come stereotipo di un modus operandi pdessino.

Lasciatelo “governare”... non infierite su di Lui.... è perfettamente inutile...

Io lo so ...
Io ho provato a non interferire per qualche tempo sul suo discutibile modo di interpretare un ruolo che NON gli si addice.

Ho provato a lasciare che una cappa di silenzio si frapponesse tra me e Lui, tacitando le mie repulsioni verso una politica sempre più dissennata e farneticante...verso il suo modo di NON  dialogare con i cittadini, verso un PD che si preoccupa più della sagra delle rane (da cui trae evidenti vantaggi economici) che della pressante presenza di barriere architettoniche a Minerbio.

Il mio silenzio ha prodotto come risultato un sorprendente effetto ….

E' stato sufficiente lasciarlo fare, e il Sindaco, in poco tempo, si è prodotto da solo delle “ferite” insanabili... che lo porteranno alla marcescenza del suo ruolo politico... tutto da solo...

Il Sindaco è infatti riuscito ad auto lesionarsi (politicamente) al punto che ha trasformato Minerbio da Comune virtuoso, a Comune indebitato, privo delle risorse necessarie al pagamento dei lavori da Lui commissionati.

Il Sindaco è infatti riuscito anche, da solo, a perdere credibilità e a rendersi indesiderato da buona parte della popolazione.

La sua inettitudine e la Sua mancanza di capacità, sia imprenditoriale che politica, sono alla base di un fallimento verso il quale Lui stesso si sta incamminando, con alterigia e supponenza, con arroganza e superficialità, sorretto solo da un incrollabile autoreferenzialismo che lo contraddistingue.

Minerbio, purtroppo, è schiacciata da tutto ciò, e sta lentamente morendo, soffocata e relegata ad un ruolo di Terzo Mondo, rispetto ai paesi confinanti che, per contro, assumono sempre di più caratteristiche apprezzabili.

L'argomento amianto, da quando ho interrotto temporaneamente la mia campagna di denuncia e di sensibilizzazione, è stato completamente abbandonato dal Sindaco, insieme ad una pur minima aspettativa di risposte che sono state anch'esse disattese...

Silenzio totale...

Ciò significa che il Sindaco è sprofondato in un limbo nel quale si è come purificato dalle nostre pressioni, in una catarsi che gli permette di ergersi al di sopra dei comuni mortali, e di assumere decisioni che scaturiscono dal suo egocentrismo palese quanto smisurato.

Lasciamolo governare … lasciamolo andare incontro al Suo destino di politico fallito, lontano dal popolo e dagli elettori… non c'è limite al peggio...

Più lo lasceremo governare e maggiore sarà il divario che da solo provvederà ad aumentare in maniera esponenziale..
I cittadini di Minerbio, le opposizioni, e la gente che ragiona con la propria testa ( e non coloro che sono soggiogati dal PD ) assisteranno all'inevitabile declino del Primo Cittadino, e quando Questi toccherà il fondo, saranno lieti di rimboccarsi le maniche per riparare i danni arrecati alla Comunità e al Territorio.

Lasciamolo governare e Minganti diverrà un lontano ricordo, provvedendo autonomamente ad auto eliminarsi dalla scena politica.
Probabilmente il PD gli riserverà un posto in qualche altro luogo, così come è solito fare con chi si affaccenda alle sagre delle rane o delle feste dell'Unità, ma... almeno non sarà qui a fare danni.

Quindi...lasciamolo governare...

Non è necessario affannarsi...e dargli importanza...

Tanto, comunque, Lui non si scompone...guardate come si è comportato in occasione dell'ultima “invasione” degli zingari a Cà de fabbri...!!!


E.B.

Speech by ReadSpeaker