Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

domenica 19 febbraio 2012

CIMITERO CHIUSO - UN'AMMINISTRAZIONE COMUNALE SEMPRE PIU' LONTANA DAI BISOGNI DEI CITTADINI

L'amministrazione comunale di Minerbio, ormai è sempre più lontana dai veri bisogni e dalle vere esigenze dei Cittadini del Paese.
L'ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ha fatto finire la pazienza dei Minerbiesi è la prolungata chiusura del cimitero del Paese. 
Chiusura voluta dal primo cittadino (PD) per cercare di ripulire il cimitero dalla neve ed il ghiaccio.
Peccato però che anche questa volta, il problema neve, sia stato affrontato come al solito, cioè con leggerezza, superficialità e disinteresse.
Infatti girando per il paese ci si accorge subito del malcontento della popolazione, i commenti dei Cittadini sono tutti riferiti a come sia stato affrontato il problema e a quanto tempo sia stato necessario per consentire alla popolazione di rientrare al cimitero e per poter pregare, finalmente, i propri cari.

"Troppo tempo chiuso", 
"Il cimitero è stato abbandonato", 
"Questo comportamento denota un disinteresse verso il Cittadino", 
"Tenere chiuso il cimitero per così tanto tempo vuol dire fregarsene dei veri bisogni della Gente", 
"Questo sindaco è sempre sui giornali a farsi bello, ma per noi Cittadini  non fa nulla",
"Questo sindaco ha dimostrato di essere lontano dalla gente"...
 .
Questi sono solo alcuni dei numerosissimi commenti che si possono ascoltare, in Chiesa, ai bar del paese, dal tabaccaio, dal barbiere, o semplicemente passeggiando sotto il portico.
Questa, purtroppo, è l'amara verità. 
Un'amministrazione comunale (PD) inadeguata e inadatta a governare un Paese che avrebbe bisogno di una classe dirigente più preparata, e soprattutto disposta e pronta ad ascoltare la Cittadinanza e i sui bisogni.
Questa volta è stato raschiato il fondo, il malumore è ormai al massimo, e i CITTADINI dopo aver visto le strade innevate e ghiacciate per troppo tempo, le scuole che hanno avuto problemi di infiltrazioni d'acqua e di cedimenti in tratti di cornicioni, la palestra (appena ristrutturata) chiusa  per altre infiltrazioni d'acqua, i marciapiedi e i passaggi pedonali ostruiti da cumuli di neve, i pochissimi passaggi per i disabili chiusi con delle transenne, NON NE POSSONO PIU'.
Infatti dopo l'ultima apparizione mediatica, sui quotidiani nella sezione provincia, dove il biondo super eroe locale (il sindaco) si auto incensava come impavido paladino, tra una spalata di neve e una rissa sedata, a nostro avviso più per ricercare quel consenso elettorale ormai perso e difficilmente riottenibile, i Cittadini si sentono presi in giro e vorrebbero a gran VOCE, un'amministrazione più attenta ai loro bisogni e meno PAVONEGGIANTE.

Speech by ReadSpeaker