Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

giovedì 4 ottobre 2012

AMIANTO E TERRE DI PIANURA


Nell’ultimo numero di “Prometeo”, l’organo comunale di auto-incensazione del Primo Cittadino, appare in bella evidenza una sua dichiarazione a proposito dell’ingresso del Comune di Castenaso nell’Unione “Terre di Pianura”.
.
Il testo recita testualmente :
.
L’adesione di Castenaso a Terre di Pianura ci rende felici, perché basata dagli elementi di similitudine territoriale che ci accomunano.
.
I Comuni che fanno parte dell’Unione sono :
.
Baricella, Budrio, Granarolo dell’Emilia, Minerbio, e prossimamente quindi anche Castenaso.
.
In effetti anche noi del blog “La voce del Cittadino” abbiamo trovato evidenti elementi di similitudine territoriale, ma in senso negativo.
.
.
Ci riferiamo all’amianto, che continua a persistere sui territori sopra citati, nonostante che una Legge dello Stato lo abbia bandito da anni come pericoloso per la salute, e senza che molti Sindaci prendano gli opportuni provvedimenti.
.
Infatti, il problema NON è di certo recepito adeguatamente dal Primo Cittadino di Minerbio, che per inciso è anche Presidente dell’Unione Terre di Pianura.
.
Nonostante la nostra incalzante e instancabile opera di sollecitazione e di segnalazione di realtà in cui il pericoloso materiale è presente, Minganti ha prima negato che il problema amianto esista a Minerbio, poi ha fatto rimuovere (contraddicendosi) quello che era presente sul tetto degli spogliatoi del campo sportivo di Cà de Fabbri.
.
Purtroppo la presa di coscienza del problema si è arrestata e limitata a questo intervento, poiché tutti gli altri gravi casi in cui occorrerebbe intervenire sono ancora puntualmente disattesi, come nel caso dell’eternit presente sulla copertura del Consorzio Agrario, a lato della Scuola materna, o quello posto addirittura sul retro dell’edificio comunale.
.
Gli altri Comuni aderenti all’Unione Terre di Pianura NON si discostano di molto da questo stato di cose, relativo all’approccio che le rispettive Amministrazioni hanno con la Legge 257 del 1992 e i successivi Decreti Ministeriali del 1994 e del 2003.
.
E' sufficiente fare una ricognizione nelle zone industriale dei Comuni in oggetto per eendersi conto dell'agghiacciante realtà !
.
Eppure i dati forniti dal registro mesoteliomi della Regione Emilia-Romagna, riferiti in Assemblea legislativa dall’Assessore regionale alla salute Carlo Lusenti, nel febbraio 2012, sono devastanti :
.
.
Dall’inizio del 1996 alla fine del 2011, in Emilia  Romagna risultano 1.675 casi di mesotelioma maligno, tra cui si sono verificati 1.309 decessi.
.
Ci saremmo aspettati che sul Prometeo, anziché il trito e ritrito auto-referenzialismo nauseante e indisponente, ci fosse stata una seria auto critica, accompagnata da un umile proposito di dialogo con tutti coloro che da anni, invece di essere ascoltati, subiscono le querele con cui Primo Cittadino tenta di zittirli.
.
Querele contro i Cittadini al posto di una seria programmazione che tenga conto delle gravi problematiche che assediano il territorio.
.
E intanto ci teniamo l’amianto, insieme alle barriere architettoniche (di cui il Sindaco nega l’esistenza) e mille altri problemi che potrebbero essere risolti se solo si volesse farlo.
.
Auguro al Sindaco una brillante carriera politica in seno al PD, insieme agli altri seguaci metamorfizzati della falce e martello, e che prosegua il suo iter come Assessore in Regione, cosicché possiamo finalmente liberarcene a Minerbio.
.
Certo è che i danni che potrebbe fare sarebbero ancora più gravi di quelli che sta facendo in Paese, ma per lo meno non dovremmo subirlo qui direttamente.
.
Lunga vita al Re …
.
Dissenso
.

Speech by ReadSpeaker