Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

domenica 25 aprile 2010

UNA FESTA AL CONTRARIO!

ALLA VERGOGNA NON C’E’ PIU’ RITEGNO.
FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE.
RIBELLIAMOCI ALL’ARROGANZA E ALLA PREPOTENZA.  

PRETENDIAMO, A MINERBIO, UNA VERA DEMOCRAZIA .

Oggi sono andato al parco 2 agosto, qui a Minerbio, per assistere  alle celebrazioni del 25 aprile.
Celebrazioni presiedute dal Sindaco Minganti, accompagnato dalla banda del paese,  che più volte ha suonato “bella ciao”!!!
Celebrazioni tenute proprio in quel parco che più volte è stato oggetto di segnalazioni da parte nostra, sulla situazione di degrado, trascuratezza e a volte di pericolo.
Celebrazioni tenute a poca distanza da quella strada, per me maledetta, dove sono stati presi sotto da una macchina, i miei tre bambini, schivando per un soffio mia figlia di allora 4 mesi e mia moglie.
Osservate come la bandiera nel “salotto cattivo” tenuta su da semplice nastro di carta, in barba alla sicurezza, sia caduta e penzoli al contrario!
Forse una coincidenza riconducibile all’operato del Sindaco!?
E’ come vivere in un film, dove il protagonista (il Sindaco Minganti) prova ad accentrare intorno a se tutta l’attenzione possibile, approfittando di un momento importante (25 aprile), mentre intorno a Lui, a poca distanza non c’è nulla che va bene.
Provate ad immaginare la telecamera che inquadra il protagonista in un primo piano, che ha come sfondo la banda del paese che suona a festa; poi piano piano l’immagine si allontana, sfumando come in una visuale dall’alto, e viene ripreso tutto il parco con i suoi problemi, poi ancora la strada davanti alla scuola, con auto che sfrecciano veloci senza curarsi, perché ignare, del pericolo che potrebbero creare, poi ancora il degrado alla torre dell’orologio, il simbolo del comune sbagliato nella camminata buona, poi ancora i 30 alberi non più presenti perché abbattuti al campo sportivo per far spazio ad un altro campetto, la strada e il marciapiede dissestato nella via verso la fine del paese.
Si proprio così, tutti questi problemi da noi segnalati più e più volte,  vedono al centro il nostro attore protagonista, il nostro caro (si fa per dire!) Sindaco Minganti, accecato dalla fama e dal successo (secondo Lui!), che sta avendo il film in cui vive!
Il mandato del “Minganti” è proprio come un film dove il protagonista se la cava sempre, qualsiasi cosa accada intorno a lui. Purtroppo però noi non viviamo in un film e il finale non è detto che sia sempre a lieto fine.
Sarebbe bello quindi sperare che il nostro protagonista ogni tanto cercasse di scendere dal palco dove recita il suo ruolo da attore protagonista, tentando di avvicinarsi un po’ di più alle comparse che lo hanno votato e non, cercando di scrollarsi di dosso quella arroganza e presunzione che lo contraddistingue, caratteristica proprio dei primi attori, dei divi hollywoodiani, che poco hanno a che fare con la vita reale.
E’ incredibile come certe persone riescano a far finta che nulla li tocchi, disinteressandosi dei reali problemi del paese e dei cittadini (vedi colonna Link articoli sulla destra) anzi facendo di tutto per coprire le proprie irresponsabilità e le proprie inadempienze, organizzando celebrazioni in luoghi non proprio adatti, oppure organizzando manifestazioni che coinvolgono i bambini, approfittandone per far pulire loro situazioni scomode all’amministrazione attuale, all’amministrazione Minganti.
Alla vergogna non c’è ritegno.
Abbiamo un parco che nemmeno le zanzare quest’anno vorranno frequentare e il caro (si fa per dire!) Sindaco voleva USARE i nostri bambini per farglielo pulire, proprio un paio, guarda caso,  di giorni prima delle celebrazioni del 25 aprile. Anche il tempo si è voluto ribellare a questa improponibile operazione, facendo piovere acqua a catinelle, proprio per due giorni ! ! !
Se questo per voi vuol dire governare una città, (e non ho detto governare bene!) beh, allora vi meritate il “Minganti”, ma se anche voi avete notato quanto scritto sopra, e avete avuto le mie stesse sensazioni, allora è il momento di ribellarsi.
Come?
Semplice, cominciate a vivere di più il vostro paese, cercate di diventare voi attori protagonisti, non nascondetevi più dietro al ruolo di semplice comparsa, venite più spesso ai consigli comunali,(segnalati sempre da questo BLOG - il prossimo è il 27 aprile ) venite e provate a sentire con le vostre orecchie e a veder con i vostri occhi gli atteggiamenti dell’amministrazione comunale e del Sindaco.
Colui che invece di fare le veci di tutti i suoi concittadini, fa solo gli interessi esclusivamente della propria parte politica e del suo partito.
E’ possibile che nessuno di voi sia rimasto scandalizzato dal fatto che siano stati ABBATTUTI 30 alberi per fare al loro posto l’ennesimo campo da calcetto? (LINK)
E’ possibile che nessuno di voi abbia a cuore la sicurezza dei propri bambini? (LINK)
E’ possibile che quando passeggiate per  il vostro paese e vedete qualcosa che non va, non vi venga voglia di segnalarlo e di portarlo alla attenzione del vostro amministratore, pagato da voi, lì per risolvere i vostri/nostri problemi?
Se invece avete voglia come me di farvi sentire, è ora di cominciare ad urlare con tutta la VOCE che  avete, per far capire al Sindaco che non può fare quello che vuole del nostro paese, senza prima aver cercato di capire cosa vogliono veramente i cittadini,  coinvolgendoli in un dibattito cosi come sarebbe giusto in democrazia! 
E’ ora di cominciare ad urlare forte, prima che il Sindaco, forte dei numeri in consiglio, cerchi di accentrare sempre più poteri nella sua unica persona, scavalcando opposizioni e quindi fette consistenti di cittadini che non lo hanno votato, voltando la schiena e facendo spallette ai più basilari principi della democrazia.
Fate sentire il vostro disappunto ad esempio riempiendo di mail la casella di posta elettronica dell’urp o direttamente del Sindaco.
Oppure mandatele direttamente al BLOG e provvederemo noi a fargliele avere.
Inviateci segnalazioni di qualsiasi tipo, provvederemo a renderle pubbliche, cercando di volta in volta di sensibilizzare l'amministrazione comunale.
Uniamo tutte le nostre VOCI diventeranno un grido, un urlo ancora più forte, sarà così impossibile che il Sindaco non ci possa sentire.
Ribelliamoci prima che sia troppo tardi, proviamo a cambiare il finale di questo, per ora, brutto film!
Christian B.

Speech by ReadSpeaker