Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

venerdì 11 novembre 2011

IL COMUNISMO A MINERBIO

.
Purtroppo dobbiamo constatare che, nonostante la caduta del “Muro di Berlino”, che ha sancito il netto rifiuto europeo ai totalitarismi marxisti, i comunisti italiani non si sono ancora resi conto di rappresentare l'essenza di un male che ha radici profonde, e che sopravvive solo grazie alle loro menti malate.
.
In effetti qualunque individuo che sia sano di mente non può accettare di guardare con benevolenza al comunismo, dopo che questo ha prodotto milioni di vittime nel corso della sua esistenza, e dopo che, imperterrito, continua ad attentare alla dignità stessa e alla vita degli esseri umani. ..
Il comunismo uccide in Cina, in Russia, a Cuba, e in ogni parte del Mondo in cui si è appropriato del potere mediante il ricorso alla violenza.
.
Grazie all'uso della prevaricazione come metodo di lotta, così come indicato e auspicato dallo stesso Carl Marx, l'ideologo principe della dottrina che ha preso il nome di Comunismo, si espropriano le persone stesse delle loro prerogative intellettuali, insinuandosi subdolamente e violentemente nella loro psiche, e si tenta di annichilire chiunque vi si opponga o dissenta.
.
La tortura è dunque il mezzo attraverso cui si devastano le coscienze, non solo a livello individuale, ma anche inglobando intere popolazioni, o fasce sociali, o intere etnie.
.
I coraggiosi che hanno tentato di far sapere al mondo tutto ciò, esponendosi personalmente e battendosi coraggiosamente per contrastare le violazioni dei diritti umani commesse dai comunisti di turno, sono stati spietatamente eliminati, come ad esempio Anna Politkovskaja, Natalia Estemirova, oppure incarcerati e torturati, come Harry Wu o Liu Xiaobo.
..
Gli esempi relativi alle nefandezze dei comunisti sono centinaia di migliaia, anzi potremmo dire che sono infinitamente numerosi, comprendendo anche le porcherie da loro commesse sul suolo italiano dal dopo guerra ad oggi..
Possiamo citare le Foibe come riferimento evidente dell'odio che ha animato i comunisti titini, così come le efferatezze compiute durante la guerra civile dai partigiani, soprattutto nel cosiddetto “triangolo della morte” emiliano, e nascoste per anni all'opinione pubblica.
.
Uno dei maggiori criminali comunisti italiani, il famigerato Palmiro Togliatti, che ha avuto precise responsabilità perfino nella eliminazione e nella deportazione dei connazionali rifugiati in Russia, è a tutt'oggi chiamato “Il migliore” dagli eredi della falce e martello.
.
A Minerbio non si fa eccezione.
.
In occasione della ricorrenza annuale della caduta del “Muro di Berlino”, a Minerbio, non viene nemmeno presa in esame la possibilità di una doverosa commemorazione.
.
Il totale disprezzo delle vittime civili si palesa allorquando, nonostante le nostre sollecitazioni, oltre a quelle dei movimenti politici locali, l'Amministrazione PD essina, capitanata da Lorenzo Minganti, si trincera dietro un ostinato mutismo e ad una colpevole quanto vergognosa indifferenza.
.  ..
Il biasimo di noi tutti dovrebbe ricoprire interamente questi politicanti schiavi della loro stessa arroganza, che offendono le coscienze stesse di noi tutti con la loro deleteria persistenza ideologica.
.
Il retaggio culturale su cui poggia una radicata quanto abnorme e fuorviante essenza distruttiva dei comunisti nostrani, è frutto di una insufficiente interpretazione e di una visione qualunquista di uno dei peggiori mali assoluti esistenti, di cui l'assuefazione simbiotica rappresenta un epilogo tragicamente pericoloso.
..
Quando si inneggia alla falce e martello, o si intitolano vie e piazze a criminali del calibro di Lenin o Stalin, ci si rende complici di una apologia che ha prodotto milioni di morti nel mondo.
.
Forse, a chi legge, non è sufficiente chiara la tragicità di quanto scrivo, poiché generalizzando sull'umanità spesso non si riesce a focalizzare sulla reale portata dell'immenso dolore di coloro che, singolarmente, ne sono stati investiti.
..
Forse ciò è maggiormente recepibile per quanto riguarda le vicende legate alla shoà, poiché tutto lo scibile relativo ad essa è stato eviscerato, pubblicizzato, reso pubblico e oggettivato, anche con l'ausilio di mezzi mediatici, come i film e i documentari. .
Per quanto riguarda le vittime del comunismo, invece, si è provveduto per anni a nascondere le tragiche realtà e le affinità concomitanti che ne caratterizzavano lo stereotipo.
.
I sinistroidi comunisti di tutto il mondo, hanno fatto fronte unito, per decenni, mistificando, celando, nascondendo, falsando, e negando, tutto ciò che poteva disilludere le moltitudini elettorali che si beavano e pascevano delle meraviglie legate ai paradisi comunisti.
.
Per decenni i dirigenti comunisti italiani, capitanati prima da Togliatti (“il migliore”), e poi dai vari Berlinguer, Natta, Napolitano, Veltroni, e Bersani, hanno prodotto consciamente uno sforzo disumano di disinformazione, nel tentare di offrire al popolo una visione distorta del paradosso comunista.
.
Il PD, a tutt'oggi, anche a Minerbio si guarda bene dal commemorare i martiri che sono stati sacrificati sull'altare di un comunismo feroce e determinato nel suo abominevole programma impositivo e dittatoriale.
.
Le vittime del “Muro di Berlino”, e quelle delle “Foibe” sono totalmente ignorate da Minganti e dal suo gruppo di amministratori, ansiosi di accondiscendere e di plaudire allo stesso comunismo che ha prodotto, appunto, le vittime stesse.
.
Questo abominio mentale è raccapricciante nella sua devastante crudezza, ed è purtroppo persistente ancora oggi, come provato dagli “ordini del giorno” relativi alle date commemorative, in cui non c'è traccia alcuna di queste ricorrenze.

A tale proposito, mi rivolgo ora ai miei concittadini, chiedendo ai minerbiesi se sono al corrente di tutto ciò, e se conoscono almeno le premesse storiche che hanno portato il PD al potere.
..
Non credo che i minerbiesi votanti per il PD possano disgiungere i crimini commessi dal comunismo sia in passato che oggi, in questi giorni e in queste ore, da coloro che metamorfizzati proseguono ideologicamente un percorso fatalmente tragico e intriso di sangue.
...
PD = comunismo 
.
Cina = comunismo = sangue
.
CSI (Russia) = comunismo = sangue
.
Cambogia = comunismo = sangue

Cuba = comunismo = sangue
.
Yemen = comunismo = sangue
.
PD = COMUNISMO = CINA = RUSSIA = CAMBOGIA = CUBA = YEMEN 
.
Minerbiesi, siete ancora determinati a supportare con il vostro voto, l'Amministrazione Minganti ?
.
Errare humanum est, perseverare autem diabolicum !!
.
Dissenso
.

Speech by ReadSpeaker