Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

mercoledì 16 novembre 2011

ZINGAROPOLI...

- Per Mirko Lazzari capogruppo lista civica, è ora di fare un’ordinanza permanente contro il bivacco.
-  L’ESPONENTE del centrodestra ha presentato un esposto ai carabinieri: «Una signora ha denunciato il furto di oggetti d’oro, le aziende vengono ‘visitate’ dai nomadi che chiedono gasolio. A Baricella hanno cercato di introdursi nel capannnone di Carmelo Barone. E hanno provato a razziare un supermercato».
- Gli fa eco Oriano Borghi dell’azienda Valentina Funghi: «Mi hanno detto che se ne andranno solo in cambio del mio gasolio.Sono sempre nella mia azienda a chiedere soldi e cassette di funghi».
L’APPELLO

Manes Bernardini: «I sindaci facciano gioco di squadra»
«BISOGNA cominciare a pensare in termini di città metropolitana e quindi, serve un’azione comune da parte di tutti i sindaci contro i campi nomadi abusivi. Serve un’ordinanza permanente che comprenda tutti i territori. E’ necessario ragionare in termini di aree vaste per debellare il fenomeno. Se no non ha senso parlare di città metropolitana».
Il presidente del gruppo consiliare della Lega a Bologna, Manes Bernardini, invita i primi cittadini a creare un fronte comune contro il fenomeno delle zingaropoli abusive. «Il problema— continua—che viene risolto in un territorio attraverso la solita ordinanza di un sindaco si ripresenta pochi chilometri più in là in un altro Comune. I nomadi non fanno altro che spostarsi da un territorio all’altro creando disagi alla gente. Il fenomeno colpisce soprattutto la Bassa e la periferia di Bologna. Grazie ai nostri referenti locali come Mirko Lazzari siamo informati ogni volta che si presenta il problema.
Nell’ultimo anno ogni tre mesi le roulottes fanno tappa nei Comuni della Bassa. In contemporanea si verificano furti nelle case e nelle aziende. Chiudere i parcheggi delle zone industriali non è una soluzione. Così si danneggiano le aziende»

1 commento:

  1. Sembra evidente che la priorità di questa amministrazione comunale è rivolta a tutelare coloro che, per tradizione, privilegiano attività illecite, come il furto, oppure lo sfruttamento dei minori, o l'estorsione...come appunto gli zingari.
    Visto che è notoriamente risaputo che costoro non lavorano e che sopravvivono parassitando gli onesti cittadini, creando loro disagi di tutti i tipi, non si capisce come mai il PD locale, il cui pensiero è interpretato dal solerte Minganti, sia così restio ad emettere provvedimenti restrittivi permanenti.
    Chissà se prima o poi si degneranno di rispondere a tutti coloro che chiedono una precisa e doverosa presa di posizione contro questa accozzaglia di apolidi senza casa...senza patria, e senza voglia di lavorare !
    E pensare che anche Stalin li ha perseguitati !
    Misteri di una politica sempre più involitiva ed inconprensibile...ma si sa...la coerenza non abita certo in casa PD
    Dissenso

    RispondiElimina

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori.
Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Speech by ReadSpeaker