Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

venerdì 1 ottobre 2010

IL SINDACO MINGANTI SI NASCONDE DIETRO AD UN DITO.

Quale decidetelo voi!!!

Ormai è evidente a tutti, o almeno a quelli che non hanno interessi legati alle politiche comunali, il Sindaco di Minerbio è  a pieno titolo, l’attore protagonista di uno spettacolo tragi-comico che ci vede tutti spettatori forzati ed involontari.
Questo film va in onda tutti i giorni ma vede la sua massima espressione “artistica” nei consigli comunali, dove il primo attore interpreta il ruolo di un RE  che decide le sorti del paese e di tutti i suoi cittadini.
E’ impegnato nella presentazione della super scuola ecologica di Ca’ de Fabbri, dal costo di un milione e ottocentomila euro (già lievitato e 2 milioni e 300 mila €), che    oltretutto   nascerà   vicino   a   quella   già    esistente   e  funzionante, per poi passare alla presentazione della ciclabile da quasi 450 € al metro       (quasi 1milione al metro delle vecchie lire), ed infine  presenziare alla seconda inaugurazione della palestra delle scuole medie (già perché alla inaugurazione iniziale non era presente e sappiamo tutti che l’attore protagonista non può mancare alla “prima”).
Fino a qui potrebbe sembrare un film decente dove si parla di scuole ecologiche, nuove palestre, ciclabili x il paese.
Già questo è proprio quello che l’attore protagonista  nonché regista vuole fare passare attraverso il suo film.
E’ proprio il suo intento.
La realtà, invece, è molto più amara e sopratutto non è un film, è vita quotidiana.
Il Sindaco di Minerbio, troppo impegnato a crearsi un curriculum professionale dove potrà dire di aver fatto determinate cose per il paese, ha scordato però di occuparsi dei suoi cittadini.
Le prove sono sotto gli occhi di tutti, dalle barriere architettoniche, all’eternit che sovrasta Minerbio.
Dalle pensiline degli autobus (da lui promesse!!!) ancora mancanti (mentre tutti i comuni circostanti le hanno già montate, Minganti sta ancora pensando cosa fare!), alle denunce contro tutti coloro che provano a dire liberamente il proprio pensiero (oltretutto segnalando problemi reali che l’amministrazione deve risolvere).
Già! E' proprio così, mentre troviamo il Sindaco che piange la mancanza di soldi, al mercato tramite un volantinaggio, cercando quasi una giustificazione (nascondendosi dietro ad un dito) per la sua attuale e futura inefficienza, ci accorgiamo che in realtà di soldi ne sta spendendo, e tanti, tra mega opere pubbliche e spese legali  (tra una denuncia di procurato allarme e l'altra), tutto ovviamente e gentilmente offerto dalle tasche dei cittadini.(vedi vicenda scuole e presidente CGM).
Per quanto riguarda l’eternit, novità fresche dal consiglio comunale di un paio di giorni fa, il Sindaco non vuole la responsabilità del problema, passando la palla ai cittadini e alle loro segnalazioni, che oltretutto non arriveranno perchè nessuno le farà mai per non trovare problemi con il vicinato.
Già invece di cercare di risolvere un problema grave che incombe su tutte le nostre teste e soprattutto quelle dei nostri figli, attraverso una politica di incentivi e sgravi fiscali ad aziende e privati per agevolarli nello smaltimento, preferisce delegare il problema agli enti preposti al controllo, previo segnalazione di terzi, lavandosene così le mani.
Già! Proprio così, il Sindaco invece di occuparsi del problema, a lui noto, preferisce ASPETTARE che qualcuno lo segnali.
E se per assurdo nessuno lo segnala?
Farà finta di niente.
E invece se qualcuno lo segnala?
Potrebbe rischiare una denuncia di procurato allarme.
Abbiamo dell’eternit a pochissimi metri dall’asilo nido e dalla materna e sfido chiunque a dirmi in che stato è, compreso il Sindaco, che per dovere istituzionale dovrebbe garantire e tutelare la nostra salute.
Abbiamo dell’eternit su quasi tutta la zona industriale, e ancora in qualche casa in qua e in la in giro per il paese,
e il vostro Primo Attore cosa fa?
Se ne lava le mani!
Abbiamo fatto segnalazioni attraverso foto, mail e raccomandate e tutto ciò che il Primo Attore è riuscito a dire l’altra sera al consiglio: “le passerò agli enti competenti”.
Tradotto : “non mi interessa”.
Bene cittadini sappiate che al vostro Primo Attore, il Sindaco, il problema eternit non interessa e la prova più lampante ed eclatante di quanto dico, la potete trovare nell’archivio del Blog quando questa estate Minganti parlando con il giornalista “dell’Informazione” dichiarava che il tetto da noi segnalato non era pericoloso.
Peccato che mentre lo diceva indicava un buco nel tetto e invece di impegnarsi nello smaltimento di tale manufatto preferiva deridere la nostra segnalazione.
Complimenti Sindaco, il suo modo di amministrare il paese non cambia mai!
Proprio come per il problema barriere architettoniche del paese, che invece di cambiare in meglio, peggiora.
Già! Proprio così, le barriere aumentano, e tra quelle create da Lei e quelle che si trovano in giro per il paese, già esistenti,  hanno creato una realtà  grave e vergognosa per il paese.
Alcune addirittura le avete proprio in casa vostra (cioè nostra), il palazzo comunale.
Lo scalino davanti all’entrata in prossimità delle strisce pedonali e il portone  d’ingresso allo stabile (QUELLO A VETRI, per chiarezza e nel caso  non se ne fosse accorto o non avesse capito!).
Complimenti Sindaco, il suo modo di amministrare il paese  non cambia mai!
Lo stesso modo di operare è stato usato, anche, in merito al caso del fosso di Ca’ de Fabbri.
Infatti mentre l’Arpa dice all’amministrazione comunale di pulire il canale incriminato e di verificare che non ci siano infiltrazioni di acque nere in acque bianche, (deducendone una eventualità) il Sindaco risponde, in consiglio, che non ne vuole più sentire parlare, affermando che il valore di 35mila di escherechia coli (consigliato per legge, 5mila) in realtà può essere una "cagata" di un cane (gigante aggiungiamo noi!!!) e che il valore sballato ed oltre il limite dei tensioattivi (detersivi) in realtà non è molto preoccupante.
Inoltre, il Sindaco afferma che arpa è piena di queste segnalazioni e che la situazione simile al fosso di Ca’ de Fabbri la si può trovare in tantissimi altri canali e canaletti della regione…
Tradotto: siccome questa anormalità è frequente nel territorio può essere considerata una normalità.
Vi rendete conto?!
Addirittura il fatto di aver verificato e controllato il problema è stato considerato, dal Sindaco, come una perdita di tempo e di denaro pubblico.
Vi rendete conto?!
Quello che è stato fatto, altro non è che il loro dovere istituzionale.
E' compito dell’amministrazione controllare e sicuramente non deve essere considerato una perdita di tempo.
Forse il Sindaco si è risentito del fatto che essendo stato distratto da queste segnalazioni ambientali lo si è in realtà interrotto nella  recita del suo lungo film che si intitola “L'amministrazione Minganti”.
Un film che presto finirà, facendo ripiombare Lui e tutte le sue comparse, in una realtà a loro, per ora, sconosciuta.
Vogliamo che il Sindaco Minganti la smetta di usare la tecnica del terrore attraverso denunce, querele o altri mezzi di intimidazione, verso coloro che invece hanno a cuore il proprio paese.
Vogliamo che il Sindaco Minganti la smetta di sperperare i nostri soldi in opere faraoniche e che cominci ,una volta per tutte, a risolvere i problemi veri, reali che ci modificano e condizionano quotidianamente la vita.

A presto
Il Blog.


P.S.
Voglio comunicare ai cittadini che finalmente il Sindaco ha deciso di non andare più in radio a parlare delle sue cose.
La versione ufficiale è “nessuno lo ascoltava” quindi abbiamo cacciato via circa tremila NOSTRI  euro in un progetto stupido ed inutile.
Unica consolazione,  non rischieremo più di sentire per sbaglio, in radio, la voce di Minganti.
Speriamo!!!



Speech by ReadSpeaker