Articolo 21 della Costituzione Italiana

Articolo 21 della Costituzione Italiana:
"TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE"

domenica 17 ottobre 2010

LE NOSTRE PROPOSTE PER MINERBIO: PIANO URBANO

L’Amministrazione comunale di Scandiano ha avviato il percorso per la redazione del “Piano Urbano della Mobilità (P.U.M.) e del Piano Generale del Traffico Urbano (P.G.T.U.)”. I due strumenti di pianificazione della mobilità individuano, uno a livello strategico e l’altro più applicativo, gli investimenti, i progetti e le innovazioni tecnico - organizzative necessarie alla razionalizzazione, miglioramento e ammodernamento del sistema di infrastrutture per la mobilità presente sul territorio comunale. Entrambi gli strumenti favoriscono azioni per decongestionare la rete viaria, per incrementare gli scambi tra i differenti sistemi di trasporto a scala locale, per ridurre i rischi di incidentalità stradale e per diminuire l'inquinamento (atmosferico e acustico) grazie ad un maggiore ricorso alla "mobilità sostenibile", ovvero a sistemi a minor impatto quali il trasporto pubblico, la bicicletta e veicoli meno inquinanti.
La società incaricata dall’Amministrazione Comunale per la redazione di P.U.M. e P.G.T.U. è Caire Urbanistica, di Reggio Emilia (www.caire.it). I tecnici di Caire hanno terminato la fase di analisi su traffico e mobilità e attualmente sono già impegnati in quella progettuale, assieme ai tecnici dell’Amministrazione. Al contempo sono iniziati tavoli di confronto con tutti gli stakeholders locali (associazioni datoriali, Sindacati, CRI, Vigili del Fuoco, forze dell’ordine, aziende della mobilità, associazioni, comitati, forze politiche e altri) per conferire ai piani una condivisione approfondita nell’ambito dei contenuti e degli strumenti. Prenderanno invece il via da giovedì 23 settembre gli 8 incontri pubblici con la cittadinanza, chiamata a segnalare criticità e proposte che verranno messe a confronto con i piani.
Queste le date organizzate:
Zona di Scandiano/Chiozza: Giovedì 23 settembre ore 20:30 presso la sala del Consiglio comunale,
Zona di Scandiano/Fellegara:  Lunedì 4 ottobre ore 20:30 presso la sala Bruno Casini c/o Centro Giovani di Via Diaz
Zona di Arceto/Cacciola: Martedì  5 ottobre ore 20:30 presso il Centro Sociale “Primavera”
Zona di Bosco: Giovedì 7 ottobre ore 20:30 presso il Centro Sociale “Bosco”
Zona di Iano/Cà de Caroli/Rondinara: Giovedì 14 ottobre 2010 ore 20:30 presso il Circolo “Le Ciminiere” di Cà de Caroli
Zona di Pratissolo: Lunedì  18 ottobre ore 20:30 presso il Centro Sociale “Il Campetto”

Zona di Ventoso/S.Ruffino:Giovedì 21 ottobre ore 20:30 presso la “Sala condominiale” di Ventoso

A conclusione del percorso di ascolto è prevista a un’assemblea pubblica di presentazione e discussione degli esiti auditivi e di interazione che consentirà a tutti i cittadini di esprimere pareri, proposte integrative e operative rispetto alla bozza di “Scandiano si muove – Carta della circolazione dei cittadini”, un documento per la mobilità condiviso con la comunità scandianese, con chi ci vive e ci opera. Per agevolare la possibilità di lasciare indicazioni su problemi e interventi che possano migliorare la qualità della vita di chi si muove a Scandiano e nelle sue frazioni è possibile compilare un questionario che sarà distribuito agli incontri pubblici, scaricabile dal sito internet, e reperibile presso gli uffici comunali. “L’Amministrazione intende costruire, insieme a tutti coloro che vivono il territorio, un documento condiviso: il “Scandiano si muove – Carta della circolazione dei cittadini”  che raccoglie pareri, proposte integrative e operative sulla mobilità veicolare (auto, bus, treno) e ciclo pedonale – ha ribadito l’Assessore alla Mobilità del Comune di Scandiano Christian Zanni -. Questo documento sarà la ”voce dei cittadini” alla realizzazione del Piano, contribuendo alla preparazione degli elaborati tecnici previsti nel processo di pianificazione. Gli esiti della fase di ascolto e partecipazione aiuteranno a costruire gli scenari di simulazione per migliorare la qualità del traffico veicolare e ciclo – pedonale”.


PUM: tutti i dati

Tra  maggio e giugno 2010 sono state effettuate le seguenti indagini:
·  Rilievo automatico dei volumi di traffico, nelle 24 ore, sulle 10 strade principali del territorio (113.000 veicoli rilevati)
·  Rilievo manuale delle manovre di svolta in 14 incroci stradali, tra le 7,30 e le 8,30 del mattino (17.600 veicoli rilevati)
·  Rilievo del numero di posti offerti e del grado di occupazione delle adibite alla sosta dei veicoli, comprese quelle a bordo strada (176 aree rilevate), per un totale di 5.100 posti auto rilevati
·  1.500 Interviste rivolte a conducenti di veicoli in transito, tra le 7,30 e le 8,30 (ora di punta) del mattino, su 14 strade del territorio
Sono inoltre stati analizzati e localizzati gli incidenti stradali “con danni fisici alle persone” nel periodo dal gennaio 2005 al luglio 2010 (369 sinistri registrati dal Corpo della Polizia Municipale Locale). I dati rilevati sono completati da altri conteggi di traffico (Sistema di Monitoraggio Regionale e Corpo della Polizia Municipale Locale), da i movimenti pendolari degli studenti e dei lavoratori (censimento ISTAT 2001), dalle analisi relative al Trasporto Pubblico (su ferro e gomma) e alla mobilità ciclo pedonale.
Le analisi consentono di costruire un modello di simulazione del traffico veicolare in grado di prevedere scenari migliorativi della mobilità locale, che valutino l’opportunità di nuovi assi stradali, di modifiche al sistema di circolazione locale e di regolamentazione delle aree di sosta.
Fonte: LINK

Speech by ReadSpeaker